Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Dopo l'incidente ferroviario del 29 giugno 2009

Strage di Viareggio, 59 richieste di risarcimento


Strage di Viareggio, 59 richieste di risarcimento
02/02/2010, 20:02

VIAREGGIO - Sono state cinquantanove le richieste di risarcimento per l'incidente di Viareggio del 29 giugno 2009. Le domande sono in parte relative alle ventidue persone decedute, mentre  176 sono le domande di ristoro per lesioni personali e a cose. L'amministratore delegato delle Ferrovie dello Stato, Mauro Moretti, ha anche sottolineato che "alcune sono già state liquidate, altre sono in via di definizione». Tra cui una a un ferito grave ancora ricoverato. Sono anche state effettuate due perizie medico legali per situazioni invalidanti. Moretti ha anche assicurato che è escluso che ci siano pressioni sulle famiglie legate alla rinuncia alla costituzione di parte civile in sede penale.
Le Fs, intanto, non hanno deciso se costituirsi parte civile nel procedimento sull'incidente di Viareggio. "Per ora – ha precisato l’amministratore delegato - non abbiamo alcun elemento e aspettiamo che vengano accertate le responsabilità, visto che c'é un'inchiesta in corso. Ci costituiremo al momento giusto, se e quando avremo qualche elemento".
In quanto alla sicurezza che “corre sui binari”, Moretti ha detto che "quest'anno siamo i primi in Europa e per questo paghiamo premi assicurativi più bassi di quelli delle ferrovie francesi e tedesche. Non bisogna perciò esagerare nel chiedere misure di sicurezza. Se la ferrovia é caricata di cose non sostenibili economicamente finirà che non potranno più trasportare determinate sostanze e le lasceranno al trasporto su strada. Non possiamo fare un muro di protezione per 16mila chilometri intorno ai binari. Non lo fa nessuna ferrovia al mondo e se ne trovate una, la facciamo anche noi. Non si possono chiedere cose irragionevoli che costano un'infinità di soldi ai contribuenti".

Commenta Stampa
di Salvatore Formisano
Riproduzione riservata ©