Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Il commento da Mointain View:"2 tacchini non fanno un'aquila

Stretto accordo Nokia-Microsoft in funzione anti Apple-Google

I redmondiani ed i finlandesi uniscono le forze

Stretto accordo Nokia-Microsoft in funzione anti Apple-Google
12/02/2011, 12:02

Il tanto chiacchierato accordo concluso tra Nokia e Microsoft per contrastare il crescente potere nel settore della telefonia mobile di Google ed Apple, si potrebbe definire come la nuova battaglia tra i "colossi veterani" e i "giovani titani".
Le prime due aziende, leader storiche e dei rispettivi settori, da alcuni anni si vedono letteralmente "rosicchiate" zone di mercato sempre più ampie da parte degli altri due scalpitanti giganti americani. Il patto tra l'azienda finlandese e quella redmondiana è stato stretto nelle giornata di ieri dai due CEO Stephen Elop e
Steve Ballmer.
I due hanno così unito le forze delle proprie aziende multinazionali per lanciare un terzo sistema operativo per smartphone che possa insidiare i due granitici e sempre più diffusi iOs e Android. Tra i due stipulanti, però, sarà sicuramente la Microsoft a beneficiare di un numero maggiore di benefici: in primis, con il nuovo accordo, sarà praticamente e definitivamente cancellato quello che è oramai un'ex rivale; ovvero il sistema Symbian Os che tanti flop ha regalato ai finlandesi negli ultimi anni.
In secondo luogo ma non per importanza, da Redmond potranno contare su un incremento considerevole delle vendite di quel Windows Phone 7 che non ha ancora ottenuto il successo sperato e che, in tal modo, potrà contare su una vasta gamma di apparecchi nuovi sui quali poter essere installato. Da non sottovalutare poi la vera e propria acquisizione di una partnership con quello che rest comunque il principale OEM al mondo; con tecnologie e sistemi hardware all'avanguardia già in fase progettuale.
Come ciliegine sulla torta, ci sono poi l'acquisizione completa di Ovi store che andrà a fondersi con il Marketplace di WP7, il servizio collegato alle mappe di Bing e poi ancora Office e la sempre più frequentata piattaforma di Xbox live.

IL RUOLO DI NOKIA, I COMMENTI DA GOOGLE
E sul patto tra Nokia e Microsoft ha commentato ironicamente anche il vicepresidente di Gogole Vic Gondotra: sul suo twitter, già nella giornata di ieri, si leggeva infatti un aggiornamento metaforico con riferimenti fin troppo palesi al duo filandese-americano:"Due tacchini non fanno un aquila".
In effetti, le difficoltà che sta attraversando Nokia negli ultimi tempi, sono note anche ai più distratti e ai non addetti ai lavori. Difficoltà che si sono tradotte in tagli del personale che, senza una strategia rinvigorente e "ringiovanente", rischiavano di assumere una portata drammatica nei prossimi mesi. Eppure, l'azienda finlandese, avendo comunque costruito negli anni una solidissima base sulla quale poter contare nei periodi difficili, è riuscita a strappare qualche importante concessione a Microsoft. Sui nuovi apparecchi, riguardi i quali si ancora molto poco in riferimento a data di uscita e prezzo di lancio, sarà infatti possibile installare una versione di WP7 personalizzata e quindi unica nel suo genere (un privilegio che nessun altro OEM può vantare nei riguardi dell'azienda di Gates). Insomma: se gli americani sono riusciti a garantirsi un potenziale rilancio totale dei proprio prodotti fino ad oggi in sensibile ritardo rispetto alla concorrenza, gli europei sono riusciti a tirarsi fuori da una parabola pericolosamente discendente.
Ora non resta che stare alla "window" ed attendere con ansia le nuove creature targate Microsoft-Nokia. Al di la degli sfottò esorcizzanti di Mointain View, infatti, è molto probabile che i due "tacchini"  riusciranno a covare qualche prezioso uovo d'aquila nel giro di breve tempo.

Commenta Stampa
di Germano Milite
Riproduzione riservata ©