Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

In dieci giorni: tre denuncie per violenza sessuale

Stupri a Roma, Alemanno: "Non è un problema di sicurezza"


Stupri a Roma, Alemanno: 'Non è un problema di sicurezza'
26/02/2011, 18:02

ROMA – Dopo la terza denuncia di stupro, in poco più di dieci giorni, nella Capitale è vera e propria emergenza. Un escalation di violenza che torna a far riflettere sulla questione sicurezza. Episodi che susseguono da tempo e nei luoghi più comuni: parchi, giardinetti e molto spesso anche nel centro cittadino.
Bambine, adolescenti, turiste. Non vi è un identikit preciso delle categorie più a rischio. Chiunque può trovarsi a fronteggiare la stretta morsa degli stupratori.
“Non è un problema di controllo del territorio ne di sicurezza urbana, ma di luoghi occupati dove avvengono reati e sui quali non si può più chiudere un occhio in nome del rispetto dei rifugiati politici”. A spiegarlo, il sindaco di Roma, Gianni Alemanno al termine del vertice in Prefettura, sullo stupro della scorsa notte. Mettendo poi a confronto le ultime tre violenze, si percepisce che “si tratta di episodi diversi, perché gli altri due riguardavano aggressioni in strada mentre quest’ultimo è avvenuto dentro un edificio chiuso e privato. Ciò non toglie – ha continuato il primo cittadino – che la violenza sessuale è un fenomeno che ci preoccupa e che dobbiamo lanciare campagne formative e di denuncia tali da combatterlo”.

Commenta Stampa
di Dario Palladino
Riproduzione riservata ©