Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Stupri Roma, convalida fermi


Stupri Roma, convalida fermi
19/02/2009, 12:02

Il Pm della Procura della Repubblica di Roma Vincenzo Barba ha chiesto al Gip la convalida dei due fermi emessi nei confronti dei due romeni accusati dell' aggressione e dello stupro della ragazzina di 14 anni avvenuto sabato scorso nel parco della Caffarella. Alexandru Loyos Isztoika e Karol Racz saranno interrogati, probabilmente domani, dal Gip per la convalida dei fermi. Intanto il Pm ha conferito l'incarico alla polizia scientifica per lo svolgimento di una perizia che esaminerà numerosi reperti come mozziconi di sigaretta e indumenti per l'individuazione del Dna.

I due romeni sono accusati di violenza sessuale e rapina. Alexandru Isztoika Loyos, 20 anni, era uno degli otto romeni gia' portati per accertamenti. E' stata proprio la ragazzina di 14 anni, vittima dello stupro, a riconoscerlo. "Non fatemi più vedere quella foto, non voglio più vedere quel volto", ha detto la vittima dello stupro dopo aver riconosciuto nella foto mostratale in questura il suo aggressore.

Karol Racz, fermato in un campo nomadi del Cisternino, nella campagna livornese, potrebbe essere coinvolto sia nello stupro avvenuto nel Parco della Caffarella che in quello di Primavalle, avvenuto il 21 gennaio scorso, sempre a Roma, ai danni di una donna di 40 anni. L'uomo aveva raggiunto Livorno col treno ed era procinto di fuggire in Spagna. "Ora quei mostri devono restare in carcere, per sempre", chiedono gli abitanti del quartiere Appio-Latino, vicino il Parco della Caffarella, dove è avvenuto lo stupro della ragazzina di 14 anni. Il Pm della Procura della Repubblica di Roma Vincenzo Barba ha chiesto al Gip la convalida dei due fermi emessi nei confronti dei due romeni accusati dell' aggressione e dello stupro della ragazzina di 14 anni avvenuto sabato scorso nel parco della Caffarella. Alexandru Loyos Isztoika e Karol Racz saranno interrogati, probabilmente domani, dal Gip per la convalida dei fermi. Intanto il Pm ha conferito l'incarico alla polizia scientifica per lo svolgimento di una perizia che esaminerà numerosi reperti come mozziconi di sigaretta e indumenti per l'individuazione del Dna.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©