Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Adesso il rumeno però è in prigione per calunnia

Stupro Caffarella: GIP non convalida fermo Loyos, che resta in prigione


Stupro Caffarella: GIP non convalida fermo Loyos, che resta in prigione
13/03/2009, 17:03

"Non e' stato convalidato il fermo per la calunnia nei confronti di Ratz ma e' stata emessa un'ordinanza di custodia cautelare per calunnia nei confronti della polizia romena", ha detto alla stampa il Pubblico Ministero Vincenzo Barba, al termine dell'interrogatorio di garanzia di Alexandru Loyos.
E così, gira e rigira, innocenti o colpevoli (e finora si sono dimostrati innocenti di tutte le accuse che sono state rivolte loro), Loyos e Racz sempre in galera stanno. Peccato che la stessa fermezza non venga utilizzata nei confronti di chi truffa 20 miliardi a vecchiette e operai o a chi corrompe i giudici per avere sentenze favorevoli. Ma questo è un vecchio discorso.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©