Cronaca / Sesso

Commenta Stampa

Il 22enne rinchiuso per il decreto 'antistupri'

Stupro di Capodanno, torna in carcere il violentatore


Stupro di Capodanno, torna in carcere il violentatore
17/03/2009, 01:03

Davide Franceschini, il 22enne accusato dalla procura di aver stuprato una ragazza di Genzano a Capodanno durante una festa alla nuova Fiera di Roma, ha lasciato la sua abitazione per fare ritorno in carcere. Il pm Vincenzo Barba aveva nei giorni scorsi avanzato una richiesta di aggravamento della misura, accolta dal gip Guglielmo Muntoni.

Franceschini è la prima persona a ‘sperimentare’ le novità introdotte dal decreto legge ‘antistupri’, che prevede l’obbligatorietà della detenzione in carcere per i responsabili di violenza sessuale. Il decreto legge, varato qualche settimana fa dal governo, è stato recepito dal capo della procura capitolina Giovanni Ferrara che in una circolare aveva invitato i suoi sostituti a prendere in esame e valutare ogni caso singolarmente per ponderare la necessità di ricorrere alla detenzione in regime carcerario per chi fosse indagato o sotto processo per il reato di violenza sessuale.

Commenta Stampa
di Nico Falco
Riproduzione riservata ©