Cronaca / Sesso

Commenta Stampa

Viveva ancora con la piccola che aveva violentato

Stupro di Napoli, i precedenti dell'arrestato


.

Stupro di Napoli, i precedenti dell'arrestato
25/02/2009, 19:02

Pasquale Modestino era già finito nel mirino degli inquirenti nel 2005, quando venne denunciato per violenza sessuale nei confronti di una bambina di allora sei anni. Malgrado questo precedente, l’uomo vive ancora con la piccola e col fratellino di otto anni. Il gip, ha spiegato il capo della squadra mobile Vittorio Pisani, rifiutò la richiesta di incidente probatorio in merito al caso. Dopo tre anni, il cinquantatreenne era ancora libero.


Il caso

Gli agenti della Mobile intervennero nel 2005 dopo la segnalazione del ricovero di una bambina di sei anni, che presentava sintomi che potevano essere stati causati da abusi sessuali. La famiglia, però, disse che si trattava di manifestazioni di una infezione.

Anche il padre del bambino che giocava con il dodicenne stuprato non è un volto sconosciuto per le forze dell’ordine: è indagato per abusi sessuali su minori in ambito familiare. Il contesto in cui viveva Pasquale Modestino aveva ben poco di normale. I minori coinvolti (la piccola, che adesso ha nove anni, violentata tre anni fa dal convivente della nonna, ed il fratellino, oggi otto anni) saranno sottratti all’ambiente familiare. Non è per il momento esclusa la possibilità che anche il ragazzino possa essere stato oggetto di ‘attenzioni particolari’.

Commenta Stampa
di Nico Falco
Riproduzione riservata ©
LE ALTRE FOTO.
l'angolo buio dove si è consumata la violenza
Il sottopasso dove è avvenuta la violenza
Il sottopasso dove è avvenuta la violenza
piazza Poderico
vico casanova
Pasquale Modestino, l'uomo arrestato
Pasquale Modestino, l'uomo arrestato