Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Allestimenti uguali ma servizi differenti e banda larga

Sui frecciarossa addio a prima e seconda classe, arriva il wifi


Sui frecciarossa addio a prima e seconda classe, arriva il wifi
22/02/2010, 22:02

NAPOLI - Dal prossimo anno, tutti i passeggeri che viaggiaranno sui vari frecciarossa, non noteranno più alcuna differenza tra le poltrone della prima e della seconda classe. Allestimenti tutti uguali ma servizi differenti (suddivisi in quattro tipologie a seconda delle esigenze del viaggitore) sono infatti le due parole d'ordine che trenitalia osserverà dal 2011 in avanti. Ad annunciarlo è stato l'amministratore delegato di Ferrovie dello Stato, Mauro Moretti.
L'occasione per presentare le novità è stata data proprio durante l'incontro tra la telecom ed Fs per la dotazione delle carrozze veloci di collegamento web tramite banda larga e wifi.
Moretti stesso ha infatti annunciato che "Si passerà da un servizio di trasporto per i clienti che non hanno particolari richieste, fino ai massimi standard mondiali". Anche per tale ragione diversi vagoni sono stati ritirati dalle "corse" per essere rinnovati e resi tecnologicamente più adatti agli standard globali. Il numero uno delle ferrovie dello stato ha poi orgogliosamente annunciato che, nei mesi scorsi, sono stati contattati i più importanti costruttori mondiali per ottenere un treno che possa abbinare l'alta tecnologia al confort estremo e, inoltre, permettere ai treni di raggiungere i 360km orari su binari dove la velocità massima concepita e di 300km. Per gli interni, come intuibile, saranno pensati allestimenti comodi ed igienicamente più efficaci; data la loro facilità di sostituzione e ricambio.
Ma gli Av sono pensati soprattutto per gli uomini d'affari e tutti color che, comunque, hanno necessità di avere telefono ed internet sempre disponibili. Per tale ragione, il progetto Fs-Telecom prevede migliorie significative sull'intera rete ad alta velocità (con un investimento di oltre 20 milioni di euro). Entro il 2010, poi, le tratte Av saranno dotate di banda larga e di ripetitori capaci di garantire connessioni wifi durante il percorso. In tal modo sarà possibile scaricare le ultime news dai quotidiano on-line ma anche accedere ai servizi di prenotazione taxi ed auto. I costi di questi servizi aggiunti per il passeggero non sono al momento noti ma, probabilmente, il "trattamento multimediale" avanzato non sarà economico; anche se, come assicura l'amministratore delegato di Telecom Italia Franco Bernabé, di assoluta affidabilità, rapidità ed efficacienza.

Commenta Stampa
di Germano Milite
Riproduzione riservata ©