Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

L'ultima decisione spetta alla Regione Sardegna

Sulcis: parla il sottosegretario De Vincenti


Sulcis: parla il sottosegretario De Vincenti
30/08/2012, 10:59

Inizia il quinto giorno di protesta per i minatori della Sulcis chiusi a 373 metri sotto terra, nella miniera di Nuraxi Figus. Dopo il gesto disperato di ieri, quando un minatore si è ferito volontariamente all’avambraccio durante la conferenza stampa e le dichiarazioni di Napolitano che si è schierato dalla parte dei minatori, la situazione sembra finalmente sbloccarsi.

Durante un’intervista a Radio Anch’io , il sottosegretario De Vincenti ha dichiarato “Non sta scritto da nessuna parte che la miniera debba chiudere il 31 dicembre” per poi precisare che la miniera è della Regione Sardegna al 100% e quindi spetta alla Regione la decisione definitiva anche se "Per il governo ci sono delle soluzioni alternative". È però evidente che i progetti di riconversione della miniera devono essere economicamente sostenibili ed è quindi per questo motivo, che va bocciata l’ipotesi di riconversione presentata dalla Sardegna  che costerà 250 milioni l’anno agli italiani.

La data per il chiarimento della Regione Sardegna sulle sue intenzioni è fissata per domani, ma “il futuro del Sulcis passa per attività economiche che sappiano stare sul mercato” ha concluso il sottosegretario De Vincenti. Si spera quindi che entro domani i minatori possano avere risposte concrete sul futuro della loro miniera.

Commenta Stampa
di Claudia Annunziata
Riproduzione riservata ©