Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

"Sulle strade di Roma un bollettino di guerra"


'Sulle strade di Roma un bollettino di guerra'
13/10/2009, 11:10


"Tutti i cittadini hanno diritto ad essere tutelati. Chi vive in una grande città come Roma ad esempio, conosce bene la situazione di manutenzione del manto stradale. L'asfalto risulta un pericolo per molti automobilisti ed in modo particolare per i veicoli a due ruote". Queste le dichiarazioni del vice presidente dell'Italia dei Diritti Roberto Soldà, il quale mostra tutto il suo scetticismo per quanto concerne l'effettivo rigore delle dovute pratiche di manutenzione. I dati che riguardano il nostro paese sono di 5 mila morti l'anno ed 1 milione di feriti. A proposito è stato organizzata la manifestazione al Circo Massimo da parte dei "dissuasori umani" tanto apprezzata anche dal presidente Napolitano: 5 mila persone, (quante le vittime annuali) stese a 5 metri l'una dall'altra, accompagnate dall'avvolgente melodia eseguita da flauti, trombe e tamburi. Soldà analizza come esempio al dettaglio la capitale d'Italia, condannando diversi servizi effettuati nella stessa : "Spesso il manto stradale viene fatto malamente, creando dislivelli e di conseguenza i morti sono all'ordine del giorno. Chi gestisce i rapporti con le aziende di manutenzione, deve necessariamente effettuare controlli severi sulle ditte appaltatrici. Inoltre il sistema dei semafori non funziona a dovere". Il vice presidente del movimento guidato da Antonello De Pierro conclude:
"Quello che succede ultimamente sulle strade ha la parvenza di un bollettino di guerra".

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©