Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Arrestati investigatore e poliziotto

Suoceri tentano rovinare nuora con droga in auto


Suoceri tentano rovinare nuora con droga in auto
01/11/2012, 11:23

PRATO - Sembra non essere un luogo comune che tra nuora e suocera non corra buon sangue.

A confermarlo è questa stramba notizia che vede coinvolti una coppia di coniugi, suoceri di una malcapitata donna che si è trovata a dover difendersi da gravi accuse.

Tutto nasce da quando nell’auto della signora-nuora venne trovata, dagli investigatori della Mobile, della droga.

Agli agenti, tuttavia, non tornavano alcuni tasselli di questa strana faccenda.

Stando alla ricostruzione, la donna era andata in piscina con la figlia lasciando l'auto incustodita per ore.
Per giunta, la donna, incensurata, interrogata era stupita ed incredula. Il poliziotto che ha trovato la droga aveva detto di aver ricevuto una soffiata da un non meglio precisato informatore, ma la donna aveva comunicato gli spostamenti soltanto ai suoi familiari. Così, sono iniziati gli accertamenti sui tabulati telefonici, che hanno permesso di ricostruire un fitto scambio di telefonate tra i suoceri della donna e l'investigatore privato da loro assunto, tra quest'ultimo e un agente della Questura di Prato.

I suoceri temevano che la nuora potesse tornare in Brasile con la nipotina ed hanno poi costruito, non proprio alla perfezione, questa trappola per rovinare la donna.

Complice anche l’investigatore ed il poliziotto assoldati dai coniugi.I suoceri avevano corrotto l'investigatore e l'agente con una notevole somma di denaro.

Commenta Stampa
di Rosa Alvino
Riproduzione riservata ©