Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

L'istituto religioso licenzia i braccianti con un telegramma

Suore licenziano braccianti, Cgil "Reintegro con l'art. 18"


Suore licenziano braccianti, Cgil 'Reintegro con l'art. 18'
04/04/2012, 21:04

POMEZIA - Le suore licenziano i braccianti agricoli e la Cgil chiede il reintegro in base all'art.18. È quanto accade a Grottaferrata, un paese in provincia di Roma, dove secondo quanto riferito dal sindacato, l'Istituto religioso Collegio Missionario Femminile S. Francesco D'Assisi oggi ha fatto recapitare nelle case dei braccianti agricoli un telegramma nel quale si comunicava il licenziamento in tronco. «Non finiremo di stupirci - dice Gianfranco Moranti segretario generale Flai Cgil Pomezia Castelli -. Il 26 marzo la Direzione dell'Istituto religioso comunicava ai braccianti agricoli che sarebbero stati licenziati a breve e sabato i lavoratori avevano scioperato distribuendo volantini in tutta la città. Oggi, mentre lavoravano, la direzione dell'Istituto ha fatto recapitare nelle loro case un telegramma nel quale si comunicava il licenziamento in tronco per cessazione della attività!». «La nostra preoccupazione per il futuro delle famiglie dei dipendenti licenziati e la nostra perplessità sulla cessazione dell'attività agricola su oltre 14 ettari di terreno - aggiunge - si accompagna al timore dell'entrata di un contoterzista o di un latifondista. Oltre alla tutela dei terreni agricoli, abbiamo chiesto al sindaco di Grottaferrata di attivarsi per scongiurare i licenziamenti». Sabato prossimo volantinaggio di fronte all'Istituto religioso a cui parteciperanno anche i familiari dei lavoratori licenziati. La Cgil ha incaricato un proprio legale della vertenza con cui chiederà il reintegro in base all'art. 18 dello Statuto dei lavoratori.

Commenta Stampa
di Valerio Esca
Riproduzione riservata ©