Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Colpiti sia i centri commerciali che i parcheggi circostanti

Supermercati, è boom di furti


Supermercati, è boom di furti
24/09/2010, 20:09

ROMA – Nei supermercati italiani si ruba di più. Forse a causa della crisi economica, il taccheggio nel 2009 ha fatto registrare una brusca impennata negativa: 3.8 miliardi di euro, ossia circa il 6,2% in più rispetto all ‘anno precedente. Il fenomeno è in aumento in tutto il Mondo, anche se in Italia le cifre raggiungono livelli record: all’interno dei punti vendita i ladri sono per il 40 % rumeni, per il 20 italiani, per il 25 zingari e per il 15 di altre etnie. Nei parcheggi a farla da padrone sono invece i sudamericani, in particolare peruviani e ecuadoregni, responsabili del 75% dei borseggi. All’interno dei negozi vengono rubati soprattutto profumi, bottiglie di liquore, parmigiano e salumi vari, ma anche materiale elettronico per valori medi di 120 euro, con punte anche di 300/400 euro.
Le tecniche sono diverse, alcune molto fantasiose: c’è chi esce dall’entrata con il carrello pieno e chi nasconde la refurtiva sotto i vestiti. Per quanto riguarda i parcheggi, invece, i furti riguardano soprattutto borse di donne sole e anziane che lasciano i loro averi nell’auto mentre riportano il carrello. Ogni mese nei 354 centri commerciali, grandi supermercati e supermercati della provincia di Milano viene rubata merce per un valore di 18 milioni di euro, mentre i circa 150 borseggi al giorno comportano un danno mensile per i clienti pari a un milione e 200mila euro tenendo conto di denaro, cellulare e del tempo perso per rifare i documenti. Nei parcheggi vengono rubate in media 12 auto al mese.

Commenta Stampa
di Ornella d'Anna
Riproduzione riservata ©