Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Protesta ferma ma civile dei cittadini locali

Susa: i "No Tav" bloccano i sondaggi


Susa: i 'No Tav' bloccano i sondaggi
12/01/2010, 09:01

VAL DI SUSA - I tecnici della Ltf si erano presentati all'autoporto di Susa, in Piemonte, nell'omonima valle, per poter cominciare i sondaggi dei terreni su cui dovrà essere costruita la nuova linea ad alta velocità Torino-Lione. Ma qui hanno trovato un gruppo di manifestanti, circa 300, del gruppo "No Tav" che sono in presidio da sabato scorso. I manifestanti hanno impedito ai tecnici di procedere ai lavori di sondaggio; e non hanno cambiato idea, neanche quando il cospicuo schieramento di forze dell'ordine che accompagnava i tecnici ha ricordato loro le conseguenze civili e penali a cui li espone il loro comportamento. Finora la discussione tra le parti è stata civile e la situazione è di stallo, in attesa degli sviluppi.
La protesta ha riguardato solo Susa, mentre invece sono iniziati regolarmente i sondaggi a Collegno, in provincia di Torino; allo scalo merci di Orbassano ed in un'altra zona del torinese. La cosa preoccupante è che tutti questi gruppi di tecnici sono accompagnati da contingenti di poliziotti, cosa assolutamente inutile, in condizioni normali. Nessuno ha mai pensato o minacciato di fare del male ai tecnici della Ltf, se non quando hanno provato a violare con la forza la volontà dei cittadini locali.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©