Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Suzuki Rallye Cup: a Denaro-Abate la prima finale della Suzuki Rallye Cup


Suzuki Rallye Cup: a Denaro-Abate la prima finale della Suzuki Rallye Cup
01/10/2011, 11:10

L'equipaggio siciliano, Denaro-Abate trionfa nel XXII Rally Internazionale del Veneto aggiudicandosi la prima finale della Suzuki Rallye Cup, portandosi così al comando della classifica.

Una gara dura e difficile, con molte prove disputate in notturna, una gara dove gli Organizzatori si sono ispirati alle competizioni del passato glorioso di questa affascinante specialità e che proprio in Veneto ha visto crescere ed affermarsi tanti ed indimenticabili campioni.

Le Swift Sport ancora una volta hanno dimostrato le loro eccezionali doti di competitività ed affidabilità, senza nessun inconveniente meccanico tra le 6 auto partecipanti alla gara ed aggiudicandosi i primi 3 posti della N2, il primo della R2b e la 10° posizione assoluta!

Sergio Denaro e Gaetano Abate sono giunti dalla Sicilia convinti di ben figurare con la Swift in versione R2, ed hanno dato vita ad uno straordinario duello con i principali avversari che in questa gara sono stati lo sfortunato Gubertini ed il giovane Arati.

Infatti i tre scatenati piloti si sono avvicendati al comando nelle prime quattro p.s. scambiandosi continuamente le prime tre posizioni e tenendo un ritmo forsennato a cui ben presto il veloce Corrado Peloso si è arreso accontentandosi di inseguire senza perdere il contatto con i primi; Roberto Mollo e Andrea Vineis inseguivano, con il giovane Vineis costretto ad un difficile recupero dopo ben 10' persi per una foratura nel corso della P.S. 3.

Nella 4° prova Francesco Arati fa un "dritto" in una chicane e gli vengono assegnati 30" di penalità, cedendo quindi il primo posto a Gubertini e passando 3°.

Nel corso della p.s. 5 il colpo di scena: Claudio Gubertini, in testa in quel momento, accusa una improvvisa perdita di potenza e rimane fermo in prova, senza più un goccio di benzina. Qualcosa, forse una pietra, un ramo, qualcuno dice il paletto di un cartello caduto sul ciglio della strada ha colpito il serbatoio della sua Swift, svuotandolo senza rimedio a metà della p.s.

A quel punto l'esperto Sergio Denaro, raggiunta la prima posizione, ha amministrato con attenzione il margine di vantaggio fino alla fine, aggiudicandosi la gara davanti ad Arati e a Peloso.

Sarà quindi il 53° Rallye di Sanremo a decidere il vincitore della 4° Suzuki Rallye Cup, infatti sono ancora ben 4 i piloti ancora in grado di aggiudicarsi la classifica finale: Denaro, Arati, Peloso e Gubertini.

Diverso il discorso della classifica destinata agli Under 23, dove Francesco Arati ha un margine apparentemente incolmabile su Vineis e Sarasera, assente a Verona.

Rally del Veneto, Classifica Suzuki Rallye Cup: 1. Denaro Abate in 1h55'43”,1; 2. Arati - Boni in 1h57’07”5; 3. Peloso – Lattanzi in 1h59'15”,0; Mollo-Piovano in 2h08'20”,7; Vineis – Poltronieri in 2h19’19”,9

Classifiche Suzuki Rallye Cup, Girone A. Piloti:1. Peloso punti 43; 2. Denaro 40; 3. Nicolini 18; 3. Vineis 15. Navigatori: 1. Garella punti 43; 2. Abate 40; 3. Magliano 18; 4. Poltronieri 15. Under 25: 1. Vineis punti 15.

Classifica della Suzuki Rallye Cup, Girone “B”:1. Gubertini punti 68; 2. Arati 43; 3. Uliana 18; 4. Dugaria e Calzolari F. 15. Navigatori: 1. Fabbian punti 68; 2. Boni 43; 3. Costantin 18; 3. Ponchiardi e Calzolari A. 15

Classifica Assoluta Suzuki Rallye Cup: 1. Denaro, punti 90; 2. Arati 79; 3. Peloso 73: 4. Gubertini 68; 5. Mollo 39; 7. Uliana e Nicolini 18; 9 Dugaria e Calzolari 15; 11 Sarasera 12;

Navigatori: 1. Abate punti 90; 2. Boni 79; 3. Fabbian 68; 4. Garella 43; 5. Poltronieri 35; 6. Costantin e Maglaino 18

Calendario Suzuki Rallye Cup. Girone A: 1 maggio Rally Valle d’Aosta; 12 giugno Rally della Lanterna; 28 agosto Rally di Proserpina. Girone B: 29 maggio Rally della Marca; 26 giugno Rally Appennino Reggiano; 28 agosto Rally di Proserpina. Girone Finale 11 settembre Rally Int del Veneto; 25 settembre Rally di Sanremo. Riserva: 23 ottobre Rally di Como.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©