Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

L’uomo,originario di Torre del Greco,era ricercato da 6 mesi

Svaligiò una banca di Milano, arrestato dalla polizia


.

Svaligiò una banca di Milano, arrestato dalla polizia
11/06/2010, 15:06

TORRE DEL GRECO – E’ stato catturato dagli agenti del commissariato di Torre del Greco, il quarto uomo del commando che rapinò, lo scorso mese di dicembre, un istituto di credito di Milano.
Si tratta di L.S., ricercato da sei mesi e che probabilmente non si era mai mosso da Torre del Greco.
L’uomo, con altri tre complici, aveva svaligiato la cassaforte della banca milanese dopo aver puntato le armi contro i dipendenti.
L’arresto dovrebbe essere confermato nelle prossime ore; le indagini, infatti, sono ancora in corso. In particolare, gli investigatori cercano di capire  chi ha offerto un nascondiglio all’uomo in questi ultimi mesi.
Nel fascicolo aperto dalla Procura milanese, ci sono adesso tutti gli elementi utili per incastrare la banda di rapinatori che potrebbe aver messo a segno anche altri colpi.
La rapina risale allo scorso 3 dicembre. Del commando criminale, oltre all’uomo arrestato ieri, facevano parte anche Carmine Cuomo, Vincenzo Gargiulo, e Giuseppe Ubaldo, tutti pregiudicati.
I tre furono arrestati immediatamente dopo il raid alla banca, uno a Milano, gli altri due al rientro nella città del corallo. Secondo gli investigatori si tratta di una banda di veri e propri specialisti con un lungo curriculum criminale alle spalle che però, nel caso del colpo all’istituto di credito milanese, lasciarono alcune tracce che hanno permesso alle forze dell’ordine di incastrarli.
In primo luogo una serie di filmati recuperati dal sistema di videosorveglianza grazie ai quali si è potuto risalire ai responsabili della rapina. Un colpo che fruttò soltanto 3mila euro, i contanti che quel giorno furono trovati dai criminali nelle casse della banca.
Gli agenti della squadra giudiziaria arrivarono ai tre pregiudicati in pochi giorni grazie ad un’intensa attività di intelligence che consentì anche di recuperare una delle due pistole sottratte dai rapinatori alle guardie giurate dell’istituto.
Nelle ultime ore, il cerchio si è stretto anche intorno al quarto uomo della banda. L. S. dovrà adesso comparire davanti ai magistrati per rispondere alle loro domande e ricostruire quanto accaduto il giorno della rapina e i mesi di latitanza.

Commenta Stampa
di Elisa Scarfogliero
Riproduzione riservata ©