Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Il tragico momento dei riconoscimenti

Svizzera: Nuovi dettagli, l'autista stava inserendo un dvd

Inziano le polemiche sulla sicurezza stradale

Svizzera: Nuovi dettagli, l'autista stava inserendo un dvd
15/03/2012, 19:03

 SVIZZERA -  Sono passate solo poche ore dal tragico incidente che ha coinvolto il bus dei bambini che schiantatosi in una galleria, ha provocato la morte di 22 piccole vittime. Dopo il dolore e il triste momento del riconoscimento all’obitorio da parte dei genitori, è arrivato il momento dei mille perché, della ricerca, delle cause e delle colpe che hanno provocato la morte di così tanti innocenti.
Dalle prime indagini emerge un dettaglio che potrebbe, una volta accertato, spiegare molte cose. A fornire questa informazione, i bambini sopravvisuti che hanno riferito, che poco prima dell’incidente il conducende dell’autobus stava cercando di inserire nel lettore del veicolo un dvd. Sul giornale fiammingo Het Laatste Nieuws sono state riportate anche alcune testimonianze dei bambini. Potrebbe essere stato questo, un attimo di distarzione nel cercare di far funzionare il video, ad aver causato l’incidente?.Un' altra testimonianza,quella proveniente da un portavoce della polizia svizzera è  riportata sul giornale elvetico Aargauer Zeitung , sove ha riferito che si tratta di “speculazioni”, e a sostenere questa tesi, le immagini delle telecamere sul bus che, come sottolinea lo stesso portavoce, non riprenderebbe l’autista impegnato vicino al lettore dvd.
Ma i sopravvisuti continuano a sostenere la loro tesi e  lo stesso quotidiano scrive che un insegnante della scuola di Heverlee (centro) avrebbe dato un Dvd all’autista poco prima dell’incidente.
Nel frattempo, sulla stampa svizzera si è dato il via alle polemiche circa la sicurezza delle strade. Il quotidiano francofono Le Temps riporta :”Sarà necessario prevedere limiti di velocità più bassi per i veicoli pesanti o modificare la progettazione delle aree di emergenza lungo le gallerie contro una delle quali è andato a schiantarsi il pullman con le due scolaresche belghe a bordo”. Secondo l’Ufficio federale della viabilità,  il tunnel di Sierre, in cui è avvenuto il dramma costato la vita a 28 passeggeri, in maggioranza bambini, rispetta le norme più attuali in materia di ventilazione, uscite di soccorso, segnaletica e illuminazione. La causa principale che ha potuto causare l’incidente, secondo il quotidiano di Zurigo Tages-Anzeiger sono le aree di emergenza, costruite lungo le pareti del tunnel, i cui angoli squadrati rappresentano un pericolo mortale in caso di collisione.
Un'altra affermazione importante arriva dal procuratore del Vallese che ieri sera ha confermato che il pullman viaggiava nei limiti della velocità consentita di 100 chilometri orari all'interno del pullman:  Le ragioni per cui il pulman ha urtato sulla banchina destra della pavimentazione per poi impattare frontalmente contro il muro di cemento della nicchia della sosta di emergenza è ancora da chiarire.

 

 

 

 

Commenta Stampa
di Alessia Tritone
Riproduzione riservata ©