Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Durante l'interrogatorio crolla ed ammette

Svolta nelle indagini di Lignano la cubana confessa

Ricercato ancheil fratello 24enne

Svolta nelle indagini di Lignano la cubana confessa
17/09/2012, 18:55

Il misterioso delitto dei coniugi Rosetta Sostero, 65 anni, e Paolo Burgato, 69 anni, uccisi il 19 agosto scorso, potrebbe essere in via di risoluzione. Alle due di questa mattina è stata fermata dai Carabinieri una giovane donna sudamericana. Secondo quanto si apprende da fonti investigative, la donna ha 23 anni e il fermo sarebbe avvenuto fuori regione, dal momento che la sudamericana stava tentando di fuggire. Sono attualmente in corso 5 interrogatori di persone legate alla donna, che probabilmente in  passato avrebbe lavorato nella casa dei coniugi uccisi. Rosetta e Paolo furono trovati sgozzati e con il corpo torturato e martoriato di botte nella loro villetta di Lignano Sabbiadoro qualche giorno dopo ferragosto.

 AGGIORNATO ALLE ORE 18,50 DA SIMONA BUONAURA

 

LIGNANO SABBIADORO - Giallo risolto nell’omicidio di Lignano Sabbiadoro, in cui vennero uccisi i coniugi Rosetta Sostero, 65 anni, e Paolo Burgato, 67. L’omicida è Lisandra Aguila Rico, 21enne di origini cubane.
Il sospetto sulla ragazza era già stato avanzato da un pò anche se le indagini sono andate avanti comunque anche si altri sospettati, la donna infatti lavorava da molti anni a Lignano in un negozio nei pressi dell’abitazione dei coniugi assassinati. La svolta nelle indagini sarebbe arrivata grazie agli esami del dna effettuati dal Ris dei carabinieri. Lisandra Aguila Rico è stata bloccata in Campania nella notte di domenica mentrew cercava di scappare per far perdere definitivamente le sue tracce in Italia. Oggi ha confessato durante l’interrogatorio, ma le indagini vanno avanti perché è sospettato dell’omicidio anche il fratello 24enne che però attualmente è irreperibile forse perché è già scappato a Cuba.

 

Commenta Stampa
di Maria Grazia Romano
Riproduzione riservata ©