Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Saranno in 300 ad essere licenziati dall'azienda napoletana

Tagli ai trasporti, l'Anm riduce orari e corse


.

Tagli ai trasporti, l'Anm riduce orari e corse
26/01/2011, 16:01

NAPOLI - L’annuncio dei prossimi tagli al trasporto regionale porta già i primi, drammatici effetti. Se le casse regionali ne beneficeranno, è facile immaginare che saranno molti i disagi per i pendolari campani, per non parlare poi del taglio netto al comparto dipendenti del settore trasporti. Si pensa che saranno circa 3000 i lavoratori ad essere licenziati in Campania, di cui trecento solo dell’ANM, l’azienda napoletana degli autobus. La Regione ha dato già le prime direttive: l’azienda dovrà cancellare decine di linee, migliaia di corse. Soprattutto quelle notturne, di cui si servono maggiormente gli operai che vanno verso le fabbriche. A lanciare l’appello è un deluso Antonio Simeone, presidente ANM, il quale sottolinea come, alla richiesta di un incontro col governatore Caldoro, non ci sia stata ancora risposta. "I trecento dipendenti che rischiano il licenziamento risiedono nei piani alti", specifica Simeone: dirigenti, amministrativi e manutentori. In extremis potrebbe arrivare il decreto mille proroghe a salvare il trasporto regionale. Ma allo stato attuale la situazione appare fortemente compromessa: a trarne svantaggio saranno i lavoratori del settore che rischiano il posto, per non parlare poi dei notevoli i problemi arrecati all’utenza.

Commenta Stampa
di Davide Schiavon
Riproduzione riservata ©