Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

“Ammorbidita” evasione da milioni di euro

Tangenti: arrestato dirigente Agenzia delle Entrate


Tangenti: arrestato dirigente Agenzia delle Entrate
18/10/2013, 15:12

PESARO  - Il capo ufficio controlli della Direzione provinciale dell'Agenzia delle Entrate di Pesaro, Piero Micheli, è stato arrestato dalla Gdf.  Il dirigente avrebbe ottenuto "utilità" da un'azienda produttrice di mobili per ammorbidire i controlli su un'evasione da 50-60 milioni di euro. Nell'indagine risultato anche indagate altre sette persone, tra le quali due funzionari dell'Agenzia. Con i due funzionari (uno dei quali nel frattempo è andato in pensione), Micheli avrebbe fatto in modo che gli accertamenti fiscali sulla ditta in questione, una grande impresa con sedi a Fermignano e Pesaro, finissero in fondo alla lista dei controlli da eseguire. Un meccanismo rodato, venuto alla luce quando il Nucleo di polizia tributaria della Guardia di finanza di Pesaro Urbino ha cominciato a indagare sulla evasione multimilionaria dell'azienda mobiliera. I reati ipotizzati dalla procura di Urbino, che coordina l'inchiesta, vanno dalla concussione alla corruzione, all'abuso d'ufficio e sottrazione di atti pubblici. 

Commenta Stampa
di Rosario Scavetta
Riproduzione riservata ©