Cronaca / Giudiziaria

Commenta Stampa

Tra loro anche i sindaci di due comuni pugliesi

Tangenti in cambio di appalti, arrestate 12 persone


Tangenti in cambio di appalti, arrestate 12 persone
23/10/2017, 10:24

BRINDISI - 12 persone sono state arrestate per aver ricevuto tangenti in cambio di appalti per la gestione dei rifiuti in diversi comuni delle province di Bari, Brindisi, Foggia e Potenza. Tra di loro anche il sindaco e il vicesindaco di Torchiarolo, in provincia di Brindisi (Nicola Serinelli e Maurizio Nicolardi), il sindaco di Villa Castelli, sempre in provincia di Brindisi (Vitantonio Caliandro), il vicesindaco di Poggiorsini, in provincia di Bari (Giovanbattista Selvaggi) e altri incaricati di pubblico servizio. In almeno una occasione, i corruttori avevano portato una escort per "allietare" le serate dei politici con cui erano in contatto. 

L'Inchiesta era partita nel 2014 da alcune irregolarità nella gestione dei rifiuti ed ha già portato nel 2016 all'arresto dell'allora sindaco di Brindisi Cosimo Consales. 

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©