Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

I beni sequestrati valevano 28 milioni

Tanzi, 5 indagati per i tesori occultati, tra cui la moglie

Intercettazioni dimostrano che ha ancora potere

Tanzi, 5 indagati per i tesori occultati, tra cui la moglie
06/06/2011, 15:06

PARMA - Finite le indagini, la Procura di Parma si prepara a chiedere il rinvio a giudizio di cinque persone, tra cui Calisto Tanzi e la moglie Anita Chiesi. Le accuse sono di concorso in bancarotta fraudolenta per distrazione.
Tutto nacque da una puntata di Report, il programma di investigazione giornalistica condotto da Milena Gabanelli, nella quale veniva intervistata una persona che riferiva di aver aiutato a portare in SVizzera dei quadri dell'ex patron della Parmalat. Seguendo quel filo, nel 2009 è partita una inchiesta giudiziaria che viene chiusa adesso. E parte del tesoretto è stato trovato: si tratta di quadri, alcuni anche famosi (Van Gogh, Monet, Manet, Matisse, Picasso, solo per fare i più noti), per un valore che il consulente della Procura, con una stima prudenziale, ha fissato in 28 milioni di euro.
Ma non è tutto qui. Le intercettazioni telefoniche disposte hanno permesso di accertare alcune verità. Innanzitutto, che Tanzi oggi non è quella figura dimessa, balbettante, quasi piangente che appare in Tv e sui giornali. ANzi, dalle intercettazioni risulta un Tanzi attivo nel gestire la società  Original American Bakery Srl, formalmente intestata alla moglie e al figlio di un imprenditore campano. Entrava da padrone, nella società (venne anche beccato dagli obiettivi della Repubblica mentre entrava nella sede societaria, ma si disse che faceva il consulente) e da padrone agiva, disponendo e dando ordini a destra e a manca. Inoltre era "padrone" anche in città, stabilendo chi dovesse andare in questo o quel ruolo; non tanto nel settore politico quanto in quello bancario. Insomma, una persona che è difficile possa stare agli arresti domiciliari, come prevede la legge ex Cirielli, che dovrebbe essere applicata tra qualche giorno a Tanzi.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©