Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

TAR Campania: Vanno sempre garantiti insegnante di sostegno e Operatore Socio Sanitario


TAR Campania: Vanno sempre garantiti insegnante di sostegno e Operatore Socio Sanitario
30/03/2011, 11:03

Napoli, 29 marzo. Vanno sempre garantiti l’insegnante di sostegno e l’Operatore Socio Sanitario ad un minore valutato come disabile “con connotazione di gravità”.

È quanto ha decretato il TAR della Campania, su ricorso dell’Ufficio legale della CISL di Napoli contro il Ministero dell’Istruzione, l’Ufficio Scolastico Provinciale di Napoli, l’Istituto Comprensivo Statale Bovio-Colletta Distretto Scolastico n.47.

Il Tar, rifacendosi alla sentenza della Corte Costituzionale n. 80 del 2010, ha dichiarato incostituzionale l’art. 2 commi 413 e 414 della L. 244/2007. L’articolo fissava il limite massimo del numero degli insegnanti di sostegno ed escludeva la possibilità di assumere docenti di sostegno in deroga nel caso in cui in una classe vi siano studenti affetti da disabilità grave.

Il TAR ha quindi stabilito l’imperatività di quanto affermato dalla L. 104/1992 ed in particolare da due articoli (3 comma 2 e 12 comma 5). Il primo sancisce che: “la persona handicappata ha diritto alle prestazioni stabilite in suo favore in relazione alla natura e alla consistenza della minorazione”. Il secondo che: “all’individuazione dell’alunno come persona handicappata e all’acquisizione della sua documentazione, fa seguito un profilo dinamico funzionale ai fini della formulazione di un piano educativo, alla cui redazione e aggiornamento provvedono le autorità scolastiche e sanitarie”.

A dimostrazione della precisione del ricorso intentato, il TAR è entrato, inoltre, anche nel merito della qualità e quantità dell’assistenza prestata dal Comune di Napoli tramite l’assegnazione dell’O.S.A. Ha dato luogo ad una nuova interpretazione del ricorso a favore dei diritti del minore disabile e anche della famiglia, stabilendo, poi, in attesa della udienza di chiusura peraltro già fissata in tempi brevi, un risarcimento spese a favore della famiglia.

L’accoglimento del ricorso costituisce un risultato importante nella difesa dei diritti dei disabili, servizio fondamentale che si propone di offrire lo Sportello InformaHandicap - cui si è rivolta la famiglia – della Cisl di Napoli.

La partecipazione alle attività dello Sportello informativo risulta sempre più numerosa, come dimostrato dai numerosi ricorsi intentati in pochi mesi e delle tante consulenze gratuite effettuate degli operatori. L’Accoglimento di questo primo ricorso è dimostrazione delle nostre consulenze altamente professionali.

Lo Sportello InformaHandicap CISL, nato da qualche mese, è aperto tutti i giorni su appuntamento telefonando ai numeri 081.5515120 o scrivendo a: informahandicap.na@cisl.it.***

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©