Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Napoli sverserà in altre province fino al 9 agosto

Tar del Lazio: si a Caldoro

Le Province accettano la sentenza, ma con criticià

.

Tar del Lazio: si a Caldoro
03/08/2011, 16:08

NAPOLI – Il Tar del Lazio si pronuncia sulla questione rifiuti fuori provincia dando ragione al Governatore Caldoro consentendo il trasferimento dei rifiuti di Napoli nelle discariche delle Province di Caserta e Avellino, ma solo fino al nove di agosto. Inoltre sempre il Tar obbliga Caldoro a fornire un nuovo iter per i rifiuti, inoltre dovrà fornire dei nuovi dati in merito alle discariche, supportati dalle reazioni dell’ Arpac. Accetta la sentenza del Tribunale Amministrativo del Lazio, il presidente della Provincia di Caserta Domenico Zinzi pur commentando criticamente la questione dicendo “Ogni provincia deve provvedere autonomamente senza scaricare sugli altri le loro inefficienze; noi siamo autosufficienti e da diverso tempo”. Intanto al Consiglio Comunale si gioca al lotto con le cifre inerenti la differenziata, con l’ Assessore all’Ambiente Sodano e vice di de Magistris, che in una sua relazione smentisce il numero uno di Palazzo San Giacomo a riguardo della differenziata in quanto, per iniziare a avere risultati bisogna attendere il 2012 e non come asseriva de Magistris in campagna elettorale dicendo che la differenziata avrebbe raggiunto percentuali pari al 70% e cosa ancor più assurda da lì a pochi mesi. Infatti nel report di Sodano si legge che la differenziata entro la fine del 2012 raggiungerà il 68% su 500mila abitanti

Commenta Stampa
di Antonio Sarracino
Riproduzione riservata ©