Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

La decisione viola le norme del contratto di servizio

Tar: illeggittimo per la Rai "oscurarsi" su Sky


Tar: illeggittimo per la Rai 'oscurarsi' su Sky
12/07/2012, 13:07

ROMA - La Rai non aveva nessun diritto di risolvere il contratto che aveva con Sky, come ha fatto nel 2011; e male ha fatto l'Agcom a dare il suo via libera. E' questa la conclusione a cui è giunto il Tar del Lazio, che doveva decidere sul ricorso della Tv satellitare.
La Rai aveva l'obbligo, secondo il contratto di servizio 2007/2009 valido fino al 28 giugno 2011, di fornire la propria programmazione pubblica gratuitamente a qualsiasi piattaforma, purchè anch'essa trasmettesse quei programmi gratuitamente. Cosa che avveniva con Sky, che offriva ai propri clienti gratuitamente la visione di tutti i programmi Rai.
Ma improvvisamnete nel 2011 la Rai decideva di risolvere questo contratto, decisione a cui si era opposta Sky con questo ricorso al Tar. Nelle motivazioni il tribunale amministrativo sottolinea come la Rai sia obbligata a rispettare il principio della neutralità tecnologica e ad offrire i propri programmi senza discriminazioni e salvaguardando la parità tra i vari concorrenti.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©