Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Sul "Giornale" le dichiarazioni dell'imprenditore

Tarantini: "vi spiego come stanno le cose"


Tarantini: 'vi spiego come stanno le cose'
27/06/2009, 13:06

Secondo Silvio Berlusconi, l'impreditore Giampaolo Tarantini, in un' intervista rilasciata al "Giornale" , avrebbe chiarito definitivamente l'intricatissima e delicatissima "questione barese". "Leggete oggi 'Il Giornale', c'è un'intervista di Tarantini che dice come stanno le cose";  dichiara il Premier ad un gruppo di persone fermatosi a Via Del Plebiscito, poco prima di lasciare Palazzo Grazioli. Tarantini avrebbe infatti rilasciato un'intervista alla testata del Presidente nella quale sostiene che non era a conoscenza, all'epoca delle vicende, del fatto che Patrizia D'Addario fosse una escort e che:"Se lo avessi saputo non l'avrei mai frequentata e tantomeno l'avrei portata ad una cena col presidente".
A queste sue dichirazioni, Tarantini poi aggiunge una considerazione: "Lei si era presentata come figlia di un imprenditore del settore edile. Ho letto che avrebbe chiesto a me e al presidente di intervenire su una pratica edilizia. Ma vi rendete conto? Ma come si puo' pensare che il presidente potesse fare qualcosa in un Comune, in una Provincia, in una Regione, tutte amministrate dalla sinistra? Una vera assurdità". La procura di Bari, intanto, apre nuovi fascicoli d'inchiesta sulla sanità in Puglia nelle quali, a quanto sembra, spunta sempre il nome dell'impreditore festaiolo.
A questo punto resta comunque il dubbio che, se anche tutto ciò che sostiene il barese fosse vero, è di sicuro quanto mai strana la storia secondo la quale, per avvicinarsi così tanto al Presidente del Consiglio, basta essere attraenti, conoscere l'aggancio giusto e mentire spudoratamente sulla propria reale identità (senza alcun controllo da parte degli organi di sicurezza). A questo iperbolico dubbio si aggiunge, poi, l'inchiesta comunque ancora aperta che potrebbe vedere Tarantini accusato di induzione alla prostituzione per aver pagato prostitute di lusso perchè partecipassero a feste tra vip; tra cui alcune organizzate nelle residenze del Premier in Sardegna e a Roma.

Commenta Stampa
di Germano Milite
Riproduzione riservata ©