Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Ora i difensori hanno 15 giorni per decidere cosa fare

Tartaglia rinviato a giudizio per l'aggressione a Berlusconi


Tartaglia rinviato a giudizio per l'aggressione a Berlusconi
12/02/2010, 14:02

MILANO - Il Giudice milanese Cristina Di Censo ha accolto la richiesta del PM Armando Spataro e ha rinviato a giudizio Massimo Tartaglia, accusato di aver lanciato una riproduzione del duomo di Milano in faccia al Presidente del Consiglio. L'uomo dovrà comparire davanti ai Giudici della Quarta Sezione Penale del Tribunale di Milano il prossimo 7 maggio, per rispondere di lesioni aggravate dalla premeditazione e dal fatto di avere aggredito un pubblico ufficiale (tale è il Presidente del Consiglio pro-tempore).
Adesso la difesa di Tartaglia ha 15 giorni di tempo per decidere se ricorrere a riti alternativi: un patteggiamento, per esempio. Ma la via più probabile, in un caso del genere, è fare il processo ordinario o richiedere il rito abbreviato, subordinandolo ad una perizia psichiatrica sull'imputato. Dati i noti e conclamati problemi psicologici dell'imputato, è facile prevedere in questo caso il riconoscimento dell'incapacità di intendere e di volere e quindi l'adozione di misure non detentive. Intanto Tartaglia resta agli arresti domiciliari in una comunità terapeutica.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©