Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Tassista trovato ubriaco al volante, per Soldà è uno scempio


Tassista trovato ubriaco al volante, per Soldà è uno scempio
22/01/2010, 15:01


ROMA - Dopo la notizia della denuncia in stato di libertà per il tassista romano fermato all'aeroporto di Fiumicino dagli agenti della polizia municipale, che lo avevano pedinato e successivamente sorpreso alla guida del suo taxi in stato di ebbrezza, notevolmente oltre il tasso etilico consentito, Roberto Soldà, vicepresidente dell'Italia dei Diritti, fa il punto sul problema della sicurezza stradale. "È un fatto increscioso - dice - soprattutto perché riguarda una categoria professionale che offre un servizio alla città. Chi guida un mezzo pubblico ha una responsabilità oggettiva delle sue azioni. Inoltre, il mio auspicio è che vengano eseguiti regolari controlli a campione al fine di evitare situazioni in cui i conducenti dei mezzi di trasporto pubblici svolgano il loro lavoro sotto i fumi dell'alcol o delle droghe. È da irresponsabili mettere a repentaglio la vita dei cittadini con queste condotte dissennate. Le autorità competenti hanno l'obbligo di intervenire. Non ci possiamo permettere questo scempio - tuona l'esponente del movimento fondato da Antonello De Pierro - poiché si lede anche l'immagine internazionale del nostro Paese, oltre al ben più grave pericolo arrecato alla sicurezza e all'incolumità altrui".

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©