Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Blocco totale della auto bianche a Roma

Taxi, continua la protesta: presidio a palazzo Chigi

A Napoli seconda notte di assemblea in piazza del Plebiscito

Taxi, continua la protesta: presidio a palazzo Chigi
13/01/2012, 11:01

ROMA – Lo avevano annunciato ieri e hanno mantenuto la promessa. I tassisti sono sul piede di guerra e sembrano non intenzionati a mollare sulle liberalizzazioni del governo Monti. È all’insegna di ciò che continua la protesta selvaggia delle auto bianche iniziata nei giorni scorsi: il blocco di oggi a Roma avrebbe dovuto riguardare solo i taxi fuori servizio, ma invece anche coloro che erano di turno hanno deciso di scioperare. Tanto alla stazione Termini, quanto all’aeroporto di Fiumicino e a quello di Ciampino, oggi i disagi si presentano più forti di ieri: è pressoché impossibile, infatti, trovare un taxi nella Capitale.
Silenziosi, senza striscioni e soprattutto a piedi. Per questa occasione, i tassisti della Capitale hanno scelto una linea “low profile” per manifestare davanti Palazzo Chigi con una folta delegazione: come avviene per tutte le categorie che di volta in volta manifestano davanti alla sede del governo, dove è in corso una riunione del Consiglio dei ministri, anche i conducenti di auto pubbliche occupano il marciapiede della Galleria Sordi, che, come altrettanto avviene in queste occasioni, è sigillato dalle forze dell’ordine.
Non è diversa la situazione a Napoli: seconda notte di assemblea in piazza del Plebiscito, con sospensione del servizio, da parte dei tassisti napoletani che stanno protestando contro l’ipotesi di liberalizzazione del settore. Molti i taxi rimasti parcheggiati per tutta la notte di fronte al Palazzo Reale. Il loro numero dovrebbe incrementarsi nelle prossime ore con l’arrivo di altre vetture in piazza.

Commenta Stampa
di Antonio Formisano
Riproduzione riservata ©