Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Anche in Italia in pericolo la "neutralità della rete"

Telecom taglia la velocità Adsl a chi usa il p2p


Telecom taglia la velocità Adsl a chi usa il p2p
07/05/2010, 14:05

ROMA - Per ora è solo una sperimentazione, ma è una sperimentazione che può essere pericolosa: la Telecom agirà per i prossimi sei mesi, sulle connessioni, garantendo più velocità a chi usa normalmente il PC e meno a chi si connette ai sistemi p2p. La scelta ha provocato la reazione degli altri provider, che a loro volta hanno investito del problema l'Agcom, che ha chiesto alla Telecom chiarimenti.
SI tratta di un problema che riguarda molti altri Stati. Finora uno dei principi di Internet è stata la neutralità della rete: non ci sono siti preferiti e ciascuno ha potenzialmente la stessa disponibilità di rete, sia come utente che come operatore. Ma la cosa dà fastidio alle majors musicali e video, impegnate alla loro lotta al sistema p2p, che contrasta l'imposizione di prezzi abnormi per i loro prodotti. E così, da una parte riescono a farsi approvare delle leggi dai vari parlamenti per punire il download o a convincere i Tribunali a perseguire le società che organizzano i sistemi p2p; dall'altra stanno cercando di convincere anche i provider a rallentare o bloccare il download, in modo da rendere i tempi per scaricare film e canzoni eccessivamente lungo. Ma questo, oltre ad essere una limitazione alla libertà individuale, è anche una violazione della privacy. Infatti, per fare questa azione, il provider deve monitorare l'attività degli utenti, cosa che dovrebbe essere permessa solo in presenza dell'autorizzazione della magistratura

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©