Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Operazione Fiumi di Legambiente e Protezione Civile

Telese Terme (Bn), alunni diventano esperti nella prevenzione di frane e alluvioni


Telese Terme (Bn), alunni diventano esperti nella prevenzione di frane e alluvioni
25/10/2010, 16:10

A scuola di prevenzione e sicurezza. Operazione Fiumi, la campagna nazionale di Legambiente e del Dipartimento della Protezione Civile, prosegue la tappa campana con una mattinata interamente dedicata ai bambini e al mondo della scuola. Oltre 300 gli alunni dell'istituto scolastico comprensivo di Telese Terme, che questa mattina hanno partecipato all'iniziativa realizzata dall'equipaggio di Operazione Fiumi. L'iniziativa ha visto la partecipazione attiva del comune di Telese Terme, con il Sindaco Pasquale Carofano e l'assessore alla Protezione Civile Carmine Covelli in prima linea, nonché del Corpo Forestale dello Stato dei Comandi Stazione di Cerreto Sannita e San Salvatore Telesino. Nella palestra comunale di Telese Terme l'equipaggio di Operazione Fiumi ha incontrato gli studenti delle scuole dell'obbligo per una giornata dedicata all'informazione sull'emergenza idrogeologica e sulla mitigazione del rischio di frane e alluvioni. I bambini sono diventati dei veri e propri esperti di prevenzione, corretta gestione del territorio e delle situazioni di emergenza, grazie a una mostra sul rischio idrogeologico appositamente allestita dagli animatori di Legambiente. E per rendere l'apprendimento più divertente, i volontari del Cigno Verde hanno messo a disposizione delle classi anche uno speciale gioco dell'oca, i cui temi dominanti sono i fiumi, il rischio e il rispetto dell'ambiente.
Così gli oltre 300 alunni che hanno partecipato alla giornata di educazione ambientale targata Operazione Fiumi hanno imparato, divertendosi, quali sono i fattori che aumento il rischio di frane, alluvioni ed esondazioni: abusivismo edilizio, cementificazione degli argini dei fiumi, cattiva manutenzione degli alvei e disboscamento. Un semplice gioco quello di stamattina, che ha permesso ai giovani studenti non solo di comprendere cosa sia il rischio idrogeologico, ma anche di imparare i contenuti di un piano comunale di emergenza e quindi di venire a conoscenza dei comportamenti da adottare per la salvaguardia di se stessi e degli altri nella drammatica eventualità di una esondazione. "Educare i bambini e i ragazzi al rispetto degli ecosistemi naturali e a una corretta gestione del proprio territorio - spiega Paola Tartabini, portavoce di Operazione Fiumi - è fondamentale per far si che i cittadini di domani abbiano piena coscienza delle proprie azioni e delle conseguenze che hanno sull'ambiente. Sempre su una corretta informazione e sull'uso sostenibile del territorio si basa un'efficace politica di prevenzione. Alla prevenzione va accompagnata anche una buona conoscenza del piano d'emergenza studiato dal proprio Comune per fronteggiare le calamità. Sapere cosa fare e dove andare in caso di frana o alluvione, infatti, è fondamentale per mettersi in sicurezza e aiutare gli altri a fare altrettanto". Non solo teoria, ma anche pratica per la giornata di educazione ambientale targata Operazione Fiumi. Mentre nel corso della mattina presso la palestra comunale si sono susseguite le classi, infatti, per il pomeriggio era previsto un intervento di volontariato attivo per la pulizia di un tratto delle sponde del Calore, in località Fiumara, da realizzare in collaborazione con i comuni di Telese e Solopaca, insieme al gruppo di Protezione Civile di Benevento e al Forum dei giovani di Telese Terme. Un intervento che, a causa della sopraggiunta allerta meteo, è stato rimandato al 6 novembre. "Abbiamo voluto cogliere la tappa nazionale di Operazione Fiumi a Telese Terme - spiega Grazia Fasano, Presidente di Legambiente Valle Telesina - come un'occasione per accendere i riflettori sulla situazione di degrado ambientale in cui versa la località Fiumara e avviare una soluzione del problema, con interventi realizzati in sinergia tra le due amministrazioni di Solopaca e Telese Terme. Proprio per questo - prosegue Fasano - abbiamo scelto di realizzare l'iniziativa di volontariato ambientale dedicata alla pulizia di un tratto di sponde del Calore in località Fiumara, a cavallo tra i territori comunali di Telese Terme e Solopaca. Oltre agli interventi di bonifica, per il nostro fiume pensiamo a iniziative di valorizzazione e per il futuro speriamo possa nascere un più corretto rapporto tra uomo e ambiente. Proprio per mantenere alta l'attenzione sulla situazione di Fiumara, insieme ai comuni di Telese Terme e Solopaca abbiamo avviato un Tavolo di lavoro ad hoc la cui prima seduta si è tenuta lo scorso sabato". I volontari di Legambiente Valle Telesina si sono, infatti, fatti promotori di un Tavolo di lavoro tra le Amministrazioni di Telese Terme e Solopaca, finalizzato alla concertazione di interventi comuni di tutela dell'area sita in località Fiumara, in territorio ricadente a cavallo tra i due comuni e, soprattutto, compresa all'interno del SIC Fiumi Volturno e Calore Beneventano. Alla seduta inaugurale del Tavolo sono intervenuti Grazia Fasano, Presidente di Legambiente Valle Telesina; il sindaco di Telese Terme, Pasquale Carofano; il sindaco di Solopaca, Pompilio Forgione; l'assessore provinciale all'Ambiente, Gianluca Aceto; l'assessore alla Protezione Civile del Comune di Telese Terme, Carmine Covelli; il Perito superiore scelto del Corpo Forestale dello Stato, Giuseppe Mauriello; Mario D'Occhio, assessore Polizia Municipale di Telese Terme; il Comandante della Polizia Municipale di Telese Terme, Pasquale Di Mezza; e il Comandante della Polizia Municipale di Solopaca, Vitangelo D'Onofrio.
"Il controllo e la salvaguardia del territorio - hanno commentato congiuntamente il Sindaco Carofano e l'Assessore Covelli - sono due aspetti di cruciale importanza per un'amministrazione, ma nel caso specifico di località Fiumara divengono l'occasione per affrontare il problema in sinergia con il comune di Solopaca. L'incontro nasce proprio dall'esigenza di individuare, insieme, concrete azioni di intervento comune".
Con il tavolo di lavoro di sabato scorso le due Amministrazioni si sono impegnate alla sottoscrizione di un protocollo d'intesa, a monitorare e salvaguardare congiuntamente l'area sita in località Fiumara, coinvolgendo i rispettivi Comandi di Polizia Municipale. Dal tavolo di lavoro è uscito anche l'impegno di emettere ordinanze comunali che stabiliscano sanzioni a carico di quanti dovessero continuare a sversare abusivamente rifiuti di ogni genere in località Fiumara. I partecipanti all'incontro hanno inoltre accolto la proposta del Sindaco Carofano a continuare il tavolo di lavoro e promuovere un incontro pubblico per informare e coinvolgere i cittadini sugli aspetti sanzionatori, su tutti i servizi di raccolta dei rifiuti presenti sul territorio, compreso quello degli ingombranti, proponendo anche un resoconto sulle attività di intervento avviate. La tappa campana di Operazione Fiumi è stata organizzata e realizzata in collaborazione con il Comune di Telese Terme.

Commenta Stampa
di redazione
Riproduzione riservata ©