Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Tre nuclei familiari privati della propria unica abitazione

Tensione per tre case di necessità da abbattere a Bacoli

Fortissimi i momenti di tensione che si sono vissuti

.

Tensione per tre case di necessità da abbattere a Bacoli
15/12/2011, 11:12

E domani alle ore 17.00 convegno con Savio, Arturo e Molinaro A BACOLI IN UNA MATTINATA PARTITO L’ABBATTIMENTO DI TRE PRIME CASE DI NECESSITA’: CHE VERGOGNA!!! Tre nuclei familiari privati della propria unica abitazione e tredici persone sbattute per strada da un giorno all’altro tra cui una ragazza disabile di diciotto anni: assurdo! Tanti i cittadini che si sono portati presso le abitazioni da demolire per esprimere piena solidarietà ai nuovi senza tetto. Fortissimi i momenti di tensione che si sono vissuti con Raffaele Cardamuro che si è cosparso di benzina e alcuni cittadini sono saliti sul tetto. Intanto a Ischia c’è attesa per il convegno organizzato dal “Movimento di Lotta Popolare per il Diritto alla Casa delle Isola di Ischia e Procida” a cui interverranno Domenico Savio, l’Avv. Bruno Molinaro e il Notaio Pasquale Arturo.
di Gennaro Savio
Le urla disumane che stanno girando sul web sono di uomini, donne e bambini circondati dalle Forze dell’Ordine giunte a Bacoli in tenuta antisommossa per permettere l’abbattimento di tre prime case di necessità. Sono umili cittadini, onesti lavoratori che difendono dalle ruspe di Stato la loro unica casa che sono stati costretti a costruirsi abusivamente a causa delle inadempienze dello Stato che non li ha messi in condizione di potersela realizzare nella legalità. Un tetto che hanno realizzato per i loro figli con immani sacrifici, pagando quel condono che avrebbe dovuto metterli al riparo dalla demolizione e dalla prepotenza delle ruspe che in poche ore sbricioleranno i sogni di una vita di persone ricche di sensibilità e umanità. Ma l’abbattimento non avverrà subito perché grazie alla pressione popolare e alla presenza di centinaia e centinaia di cittadini indignati e giunti a dare solidarietà alle famiglie Cardamuro e Carannante, dopo un giornata convulsa e di forte tensioni e grazie anche al prezioso lavoro svolto dall’Avvocato Bruno Molinaro giunto da Ischia alle prime ore dell’alba, la Procura ha concesso l’autodemolizione da portare a termine entro trenta giorni mente i nuclei familiari hanno già dovuto lasciare le proprie case. Tra i cittadini che hanno portato la propri solidarietà agli abbattuti c’era il Consigliere comunale Josi Gerardo Della Ragione che tra l’altro ci ha dichiarato: “L’augurio è che questi fenomeni possano accendere i riflettori e rendere più coscienti i cittadini, su problematiche tanto paradossali e dure da digerire. Solo la coscienza civile potrà porre fine a tale piaga creata da una atavica mancanza dello Stato e dal proliferarsi dei tanti avvoltoi e sciacalli che approfittando di tale assenza hanno speculato e lucrato sull’intero “sistema abusivismo”. Il ruolo più importante però potrà compierlo chi vive in prima persona il problema, facendosi coraggio, capendo di non essere più solo e denunciando tutti coloro che in passato eventualmente gli abbiano dato rassicurazioni e "garanzie". Solo così si potranno abbattere i veri speculatori e innalzare a vincitori la povera gente rea di aver violato la legge per vedersi assicurato un diritto”.

CRESCE L’ATTESA PER IL CONVEGNO CHE DOMANI ALLE ORE 17.00 SI TERRA’ ALL’HOTEL AUGUSTO DI LACCO AMENO

La tragedia vissutasi a Bacoli, nei prossimi giorni e nelle prossime settimane la rivivremo sull’isola d’Ischia dove cresce l’attesa per il convegno organizzato dal “Movimento di Lotta Popolare per il Diritto alla Casa delle Isola di Ischia e Procida” e a cui oltre a Domenico Savio parteciperanno anche l’Avv. Bruno Molinaro, presente ieri mattina a Bacoli e che ci porterà una testimonianza diretta della dolorosa esperienza vissuta, e il Notaio Pasquale Arturo. Dunque l’appuntamento è per domani pomeriggio alle ore 17.00 presso l’Hotel Augusto di Lacco Ameno. Tutta la cittadinanza è invitata a partecipare.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©