Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Tenta di strangolare una donna, arrestato


Tenta di strangolare una donna, arrestato
24/11/2010, 14:11


NAPOLI - Gli agenti del Commissariato di Polizia San Ferdinando hanno arrestato Luigi Loffredo, 37enne, napoletano per i reati di tentata estorsione continuata, sequestro di persona a scopo di estorsione nonché tentato omicidio. Nella tarda serata di ieri i poliziotti del Commissariato sono intervenuti in via Schipa, su segnalazione del 113 da parte di un condomino che aveva udito dei lamenti e delle urla provenire da un’abitazione. Dopo aver sfondato la porta d’ingresso, i poliziotti hanno sorpreso un uomo, che in preda ad un forte raptus, stringeva le mani al collo di una donna. Quest’ultima, alla vista della Polizia, ha denunciato la vicenda che l’ha vista coinvolta da diverso tempo e per quale ha subito da parte dell’uomo aggressioni fisiche e verbali. Malata da diverso tempo, la donna si era rivolta a Loffredo che si era offerto di aiutarla per alcune commissioni e per le quali lo ricompensava economicamente. Loffredo, essendo venuto a conoscenza che la donna era proprietaria di diversi immobili sia in città che fuori Napoli, da tempo con reiterate violenze aveva tentato di costringere la donna a cederle alcuni beni immobili al fine di acquisirne illecitamente il ricavato. La vittima di anni 47, essendo anche proprietaria di una casa in via Schipa, domenica era venuta in città per verificare le condizioni dell’appartamento che si era stato liberato da poco da alcuni condomini. Lofferdo non ha esitato a seguire la donna da Caserta a Napoli, fino a presentarsi in piena notte fuori casa. Una volta entrato in casa le ha impedito di uscire picchiandola violentemente, rompendole addirittura gli occhiali da vista. Approfittando di un momento di distrazione dell’uomo, scalza, ha tentato di allontanarsi ma è stata raggiunta nel vialetto di casa dove è stata picchiata e trascinata di nuovo all’interno dell’abitazione. Alla vista della Polizia, dopo che veniva liberata dal tentativo di strangolamento, la donna si presentava in forte stato emotivo con contusioni multiple per il corpo, al volto e alla testa, escoriazioni al labbro e una forte contusione al gomito.
Quando gli agenti sono riusciti a bloccare l’aguzzino, la donna disperata ha incominciato a raccontare le violenze, le minacce che subiva da diversi anni messi in atto da Loffredo sempre nel tentativo di estorcerle denaro e di costringerla a vendere le sue proprietà, facendo emergere chiaramente il disegno criminale dell’uomo.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©