Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

TENTA ESTORSIONI VIA SMS


TENTA ESTORSIONI VIA SMS
18/01/2008, 10:01

Quando si pensa di aver raggiunto il culmine, di essere arrivati a un punto di non ritorno e si ritiene che non ci può essere di peggio c’è sempre qualcosa che sveglia la mente da quest’illusione. Le minacce fatte nei confronti di poveri lavoratori costretti a pagare per vivere ora si fanno anche via messaggi.
Un uomo, Luciano Aviello, era riuscito a procurarsi le utenze telefoniche dei cellulari di due medici e, dal 6 al 14 gennaio, aveva iniziato a inviare, via sms, minacce estorsive, per questo motivo il 38enne è stato sottoposto, dagli agenti del Commissariato di Polizia “Poggioreale”, a fermo di P.G. per tentata estorsione aggravata e continuata nonché ricettazione e falso materiale.
Le indagini, infatti, hanno evidenziato come Aviello via messaggi aveva minacciato i due professionisti, pretendendo da ciascuno la somma di €.50.000. 
L’estorsone è già noto alle forze dell’ordine, a suo carico vi sono già precedenti, in passato aveva già provato a estorcere denaro e per essere convincente aveva ucciso il cane di una delle sue vittime.
Nel corso della perquisizione nella sua abitazione, i poliziotti hanno rinvenuto e sequestrato due telefoni cellulari ed un assegno bancario della Banca della Campania, compilato in ogni sua parte, riportante l’importo di €.750,00 a lui intestato  ma, risultato quale smarrito in data 13 dicembre 2007 a Castelvolturno (CE).
Anche i criminali sono al passo con i tempi.

Commenta Stampa
di Francesca Fortunato
Riproduzione riservata ©