Cronaca / Sangue

Commenta Stampa

I responsabili due mafiosi durante un trasferimento

Tentano di evadere dal carcere e feriscono due agenti di PP


Tentano di evadere dal carcere e feriscono due agenti di PP
24/11/2009, 12:11

PALMI (REGGIO CALABRIA) - Mattinata di sangue, nel carcere di Palmi, in provincia di Reggio Calabria. Due ergastolani - Giuseppe e Pasquale Zagari, fratelli - condannati per reati di 'ndrangheta, dovevano essere trasferiti nel carcere di Reggio Calabria, quando all'improvviso hanno tentato l'evasione. Mentre si trovavano nel cellulare sull'autostrada A3 Salerno-Reggio Calabria, uno dei due fratelli ha finto di sentirsi male. Fermato il mezzo, gli agenti di Polizia Penitenziaria hanno cercato di prestare le prime cure, quando l'altro fratello ha estratto una pistola, nascosta chissà dove, e ha fatto fuoco contro i due operatori. Ne è nata una colluttazione, durante la quale dalla pistola sono stati esplosi alcuni colpi di pistola, che hanno ferito gli agenti rispettivamente ad un piede e ad una gamba. Nonostante le ferite subite dagli agenti, i due ergastolani sono stati ben presto riammanettati e fatti salire nel cellulare, a cui non è rimasto altro che tornare al carcere di Palmi.
Ora i due poliziotti sono stati ricoverati presso il vicino ospedale, a Palmi, in condizioni non gravi, mentre si indaga per capire come i due ergastolani abbiano potuto mettere le mani su un'arma da fuoco.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©