Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Tentano di rapinare un poliziotto: fermati dopo 2 giorni


Tentano di rapinare un poliziotto: fermati dopo 2 giorni
15/07/2011, 16:07

Gli agenti della Squadra Mobile di Napoli, hanno sottoposto a fermo di polizia giudiziaria, Giuseppe Buccelli, 26enne e Stefano Dello Iacono, 27enne, entrambi di Pomigliano d’Arco, in quanto gravemente indiziati, in concorso tra loro, di tentata rapina e danneggiamento aggravato.

I fatti si sono verificati lo scorso 11 luglio, verso le 10.35, lungo Via Nazionale Delle Puglie.

La vittima scelta per la rapina era un poliziotto della Questura di Napoli libero dal servizio, che ignaro di quello che stava per accadergli, percorreva tranquillamente il tratto stradale di Casoria in direzione Poggioreale a bordo della sua autovettura. All’altezza di un distributore di benzina, la sua autovettura era stata improvvisamente affiancata da una BMW di colore nero con all’interno tre giovani. Quello seduto sul sedile posteriore aveva quindi colpito lo specchietto laterale della sua autovettura infrangedolo e con tono minaccioso, gridando gli aveva intimato di fermarsi e dargli la macchina. Un altro dei passeggeri della BMW, con dei gesti gli aveva invece lasciato intendere di essere armato. A questo punto il poliziotto dopo aver percorso una cinquantina di metri, aveva accostato ed era sceso dall’autovettura. Giunti dopo qualche istante i tre rapinatori, la vittima del tentativo di rapina si era qualificata ed i tre, dopo un attimo di tentennamento, avevano deciso di darsi alla fuga dando però al poliziotto il tempo di annotarsi il numero di targa. Poco dopo, grazie al numero di targa della BMW e all’accurata descrizione dei rapinatori, i poliziotti della Squadra Mobile erano già sulle tracce di due dei malviventi.

La BMW era stata infatti noleggiata e successivamente rintracciata presso un garage ubicato a poche centinaia di metri dalle abitazioni dei Buccelli e Dello Iacono. Numerosi testimoni nella zona li avevano inoltre visti circolare a bordo della stessa auto poco dopo l’orario della tentata rapina. Resisi conto di essere oramai braccati, i due rapinatori, identificati anche grazie ad una individuazione fotografica fatta dalla vittima, si erano resi irreperibili.

Viste le risultanza investigative, dopo due giorni sono stati pertanto denunciati in stato di irreperibilità. Dopo poche ore Giuseppe Buccelli e Stefano Dello Iacono si sono però presentati accompagnati dal loro avvocato presso gli uffici della Squadra Mobile.

Sottoposti ad individuazione di persona da parte della vittima, sono stati riconosciuti senza ombra di dubbio quali due degli autori della tentata rapina dello scorso 11 luglio in Via Nazionale delle Puglie. Sottoposti quindi a fermo di polizia giudiziaria i due complici sono stati subito condotti alla Casa Circondariale di Poggioreale. Proseguono le indagini per l’identificazione del terzo complice.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©