Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Tentano rapina a distributore in Via Cinthia: arrestato 20enne. ore contate per il complice


Tentano rapina a distributore in Via Cinthia: arrestato 20enne. ore contate per il complice
22/06/2012, 12:06

I carabinieri della compagnia di bagnoli hanno tratto in arresto in flagranza per rapina aggravata a lesioni personali un uomo di soli 20 anni, residente a napoli già noto alle forze dell'ordine. Transitando in via cinthia i militari dell’arma hanno notato 2 malviventi con il casco calzato e in sella a un motociclo, uno dei quali armato di pistola, che avevano fatto irruzione nella stazione di rifornimento ERG e colpito ripetutamente alla testa con il calcio dell’arma il titolare 45enne della pompa di benzina allo scopo di rapinargli l’incasso della giornata.

Notata la scena i carabinieri sono intervenuti per bloccare i malfattori: il malvivente alla guida del motociclo e’ riuscito a darsi alla fuga mentre il suo complice, il rapinatore armato, ha ingaggiato una violenta colluttazione con un militare dell’arma che nel corso della concitata fase operativa e’ riuscito a disarmarlo e a immobilizzarlo.

Il malfattore e’ stato portato al pronto soccorso del vicino ospedale San Paolo dove i medici di turno al pronto soccorso gli hanno prestato cure per le ferite lacero contuse guaribili in 7 giorni procurate durante la colluttazione.

Approfondendo le indagini insieme a colleghi del locale nucleo operativo, i militari dell'arma dei carabinieri di Bagnoli hanno inoltre scoperto che il giovane nei minuti immediatamente successivi all’intervento dei carabinieri si era reso responsabile di altre 2 rapine consumate con le medesime modalita’ ai danni:  dell’area di servizio AGIP sulla tangenziale di napoli, all’altezza dello svincolo di Agnano, nel corso della quale aveva colpito alla testa con il calcio della pistola l’addetto al rifornimento, un rumeno 41enne, costretto a cure mediche al pronto soccorso dell’ospedale San Paolo per “ferite lacero contuse al capo e alla tempia sinistra, suturate” guaribili 8 giorni; della stazione di rifornimento ESSO sul viale kennedy , nel corso della quale i malviventi avevano rapinato 520 euro in denaro contante poi trovati dai carabinieri addosso al malvivente arrestato dopo aver cercato di rapinare il distributore in via Cinthia. L’arma usata per i raid e’ stata trovata e sequestrata: si tratta di una pistola semiautomatica modificata e priva di tappo rosso, riproduzione in acciaio delle armi in dotazione alle forze dell’ordine.

Mentre continuano le indagini per accertare l’identità del complice del 20enne o e verificare se la coppia si e’ resa responsabile di altre rapine, il 20enne e’ stato tradotto nella casa circondariale di poggioreale.

Commenta Stampa
di Fabio Iacolare
Riproduzione riservata ©