Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

“Voleva violentarci, così lo abbiamo strangolato”

Tentato stupro, si costituisco le due ragazzine di Udine


Tentato stupro, si costituisco le due ragazzine di Udine
08/04/2013, 17:19

UDINE- “Abbiamo reagito ad un tentativo di violenza e lo abbiamo strangolato”. Le due ragazzine di Udine si sono costituite la scorsa notte alle 2 presso il comando provinciale di Udine, dopo aver ucciso Mirco Sacher, il sessantenne ritrovato domenica pomeriggio morto con i pantaloni abbassati in via Buttrio, alla estrema periferia di Udine. Stando alle dichiarazione spontanee delle due minori, avrebbero chiesto un passaggio all’uomo, ex dipendente delle Ferrovie dello Stato, per recarsi nel centro della città. L’uomo, che era amico di famiglia delle due giovani, preso all’improvviso da una folle pulsione sessuale, avrebbe cercato di violentare le ragazze all’atto di salire in auto. A quel punto avrebbero reagito afferrando Sacher alla gola fino a strangolarlo. Dopo aver lasciato a terra l’uomo, le giovani si sono allontanate a bordo della Punto bianca di proprietà di Sacher in direzione Padova fino ad una stazione di servizio, dove poi si sono fatte raggiungere da alcuni amici di Pordenone.La Polizia Scientifica e la Squadra Mobile stanno effettuando una perquisizione in casa della vittima.E’ stato un passante ad accorgersi del corpo esanime di Sacher riverso a terra e a chiamare i carabinieri. Agli investigatori però le dichiarazioni delle ragazze non convincono del tutto. Infatti, il procuratore capo di Udine, Antonio Biancardi non esclude il coinvolgimento di maggiorenni nell’omicidio: «Bisogna valutare ancora tutti gli elementi della vicenda. Nulla esclude che vi siano coinvolgimenti di maggiorenni, quindi prima di spogliarci degli atti faremo ulteriori accertamenti». «Non credo nella morte naturale, ma di fronte a un'aggressione può essere che abbia accusato un malore», ha aggiunto il magistrato.

 

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©