Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

A stroncare il galeotto sarebbe stata un'ernia cerebrale

Teramo: il detenuto nigeriano è morto per cause naturali


Teramo: il detenuto nigeriano è morto per cause naturali
21/12/2009, 21:12

TERAMO - Si era subito creato un caso di "morte sospetta" intorno al decesso di Uzoma Emeka, il detenuto nigeriano di 32 anni che sarebbe stato testimone oculare di un violento pestaggio ai danni un altro galeotto da parte degli agenti di polizia penitenziaria. Secondo l'autopsia i cui risultati sono stati resi noti prorprio pochi minuti fa, il nigeriano era affetto da un tumore maligno al cervello. Tale formazione tumorale avrebbe quindi determinato la formazione di un'ernia cerebrale, a sua volta responsabile di una compressione fatale. Stando a ciò che ha stabilitò la Procura di Teramo, dunque, la causa della morte sarebbe del tutto naturale. La tesi complottista, almeno per questa volta, pare quindi clamorosamente smentita.

Commenta Stampa
di Germano Milite
Riproduzione riservata ©