Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Il Collasso trasporti a Napoli

Terminal Brin, il fantasma dell’ANM

Un servizio urbano da terzo mondo

.

Terminal Brin, il fantasma dell’ANM
01/08/2013, 14:07

NAPOLI - Questo che vedete nella foto è il piazzale antistante il parcheggio Brin, terminal degli autobus ANM di alcune linee metropolitane come il 154 che da Piazza Vittoria giunge fino al famigerato terminal fantasma, o il 203 che dal Terminal, chiamiamolo così per darli un agio diverso, conduce a Via Broggia e ritorno. Proprio dirimpettaia al terminal la Via Cristoforo Colombo, dove scorre, quando il genio lo permette, la linea 4 del Tram che unisce il quartiere di San Giovanni a Teduccio con Piazza Municipio. A voi sembra normale che in un terminal da dove arrivano a partono autobus delle linee urbane non vi sia nemmeno l’ombra di un pullman? Che a Napoli il sistema trasporti urbani sia collassato oramai da tempo questa è notizia vecchia, ma ciò che maggiormente induce alla follia è constatare che, spending review a parte, i trasporti siano gestiti dall’umore dei signori autoferrotranvieri che a seconda di come si svegliano la mattina, erogano il servizio. Ultima chicca di questo inferno chiamato mobilità Napoli il caso di un cittadino che, con tanto di abbonamento regolarmente pagato tutti i mesi, è costretto ad attendere ore intere l’arrivo e la partenza di un bus che dal terminal fantasma lo riconduca al centro città. Spesso capita che, dopo tanta attesa l’unico bus disponibile in partenza venga messo fuori servizio dal suo autista e parta senza raccogliere passeggeri. Ma se per caso vi capita il tragitto al contrario, allora è pure peggio. Da Piazza Municipio al Terminal fantasma chiamato Brin il viaggio è da depauperazione delle speranze di raggiungere il luogo dove si deve andare. Se vi capita la sventura di non riuscire a salire su di un 154 che pochi secondi prima del vostro arrivo ha lasciato la fermata del Molo Beverello, allora sono dolori. Il prossimo non giungerà prima di trequarti d’ora, a volta anche 1 ora. Ovviamente parlare della linea del tram n. 4 significa voler ridere per non dover piangere.  Ricordate l’ex assessore alla Mobilità Anna Donati? Ebbene si proprio lei è stata l’artefice del potenziamento della linea su rotaia, ma nel tratto Piazza Municipio emiciclo di Poggioreale. Se si ha la sventura di doversi recare al parcheggio Brin, o nel quartiere di San Giovanni a Teduccio, allora è consigliabile l’acquisto di una settimana di cruciverba. Che dire? Ai posteri l’ardua sentenza? E noi? Aspettando i posteri andiamo a piedi?

 

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©