Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Manifestazione anche per l'Alfa di Arese

Termini Imerese: manifestanti FIAT occupano Municipio


Termini Imerese: manifestanti FIAT occupano Municipio
18/11/2009, 12:11

TERMINI IMERESE (PALERMO) - 2-300 operai dello stabilimento FIAT di Termini Imerese, che da stamattina sono in sciopero, hanno occupato il Municipio della cittadina, ed ora stanno discutendocon il sindaco Salvatore Buffarato. Lo sciopero è motivato dal fatto che l'azienda ha deciso di fermare la produzione della Lancia Y a partire dal 2011, per trasferire la produzione in Polonia. Già adesso i lavoratori hanno dei periodi di cassa integrazione a rotazione. Togliere loro altro lavoro porterà sicuramente a nuovi licenziamenti. Scopo di questa occupazione - più che altro dimostrativa - è di ottenere l'aiuto delle autorità comunali per un colloquio con il Ministro per lo Sviluppo Economico Claudio Scajola.
Contemporaneamente, manifestazione anche ad Arese, presso gli stabilimenti dell'Alfa. Infatti la Fiat ha intenzione di spostare la produzione delle autovetture dalla cittadina lombarda a Torino, cosa che difficilmente permetterà agli operai di continuare a lavorare. Alcuni dei manifestanti sono andati sotto le finestre dell'Assolombarda, con una singolare iniziativa: hanno deposto, davanti alla sede, una riproduzione di un bonifico di 4 miliardi di lire eseguito l'11 marzo 1992 da Credito Italiano a favore del conto "Gabbiano", presso la Banque Internationale de Luxembourge. Quel bonifico, secondo quanto risultato dagli accertamenti giudiziari all'epoca di Tangentopoli,
era stato versato dall'allora manager Fiat Cesare Romiti a Bettino Craxi, affinchè impedisse alla Ford di comprare l'Alfa Romeo, che invece fu data gratis alla Fiat.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©