Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Termini Imerese, operai Fiat protestano contro i tagli


Termini Imerese, operai Fiat protestano contro i tagli
23/05/2009, 09:05

E' in corso a Termini Imerese una protesta dei lavoratori della Fiat dello stabilimento in provincia di Palermo: i manifestanti stanno confluendo in piazza Vittoria, nella parte bassa della città, dove è previsto il concentramento per l'inizio del corteo di Fim, Fiom, Uilm e Fismic contro l'ipotesi di chiusura dello stabilimento o di riduzione del personale in caso di accordo tra il Lingotto e la Opel. All'iniziativa aderiscono gli operai di altre fabbriche dell'area industriale, Cgil, Cisl, Uil e Ugl e molti sindaci del comprensorio: Caltavuturo, Campofelice, Caccamo, Trabia, Castelbuono, Petralia Soprana e Sottana, Cerda, Caccamo, Montemaggiore Belsito, Aliminusa, Collesano, Sciara. Gli operai si muoveranno in corteo, sfilando per corso Umberto e le strade principali della città, fino a raggiungere piazza Duomo, davanti al municipio, dove la manifestazione sarà conclusa da Giorgio Cremaschi, segretario nazionale della Fiom. Sono 1.400 gli operai che lavorano in Fiat e altri 500 nelle aziende dell'indotto. Negli ultimi otto mesi, i lavoratori sono rimasti in cassa integrazione per un periodo complessivo di circa cinque mesi. Al momento nello stabilimento termitano viene assemblata la Lancia Ypsilon, con una produzione di circa 350 vetture al giorno su una linea e due turni di lavoro.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©