Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Era dedita al favoreggiamento di immigrazione clandestina

Terni, cellula Hezbollah operante in Italia: nove arresti

False torture per ottenere l’asilo politico nel nostro Paese

Terni, cellula Hezbollah operante in Italia: nove arresti
21/02/2012, 09:02

TERNI – Tutto è iniziato con l’arresto in Lombardia di un cittadino turco, colpito da un mandato di cattura internazionale per terrorismo. Le indagini a seguire hanno poi portato alla scoperta dell’esistenza, nel nostro Paese, di una struttura clandestina che si rifaceva all’organizzazione terroristica turca Hezbollah: la cellula Hezbollah operante in Italia si trovava a Terni, ma questa mattina l’organizzazione è stata sgominata dalla Polizia. Era dedita al favoreggiamento dell’immigrazione clandestina: sono nove le ordinanze di custodia cautelare emesse, mentre 41 le perquisizioni effettuate nei confronti degli appartenenti alla cellula stessa.
La banda, omonima della più famosa organizzazione palestinese, faceva giungere in Italia i clandestini curdi e palestinesi con falsa documentazione in modo da poter richiedere asilo politico ed ottenere il permesso di soggiorno. Nello specifico, facevano entrare immigrati clandestini in Italia fornendo loro, dietro pagamento, un pacchetto “all inclusive” che gli garantiva viaggio, alloggio e un lavoro. Tutto questo dopo averli istruiti sulle dichiarazioni da fare alle autorità italiane, con storie false di torture in realtà mai avvenute nei paesi di origine per ottenere l’asilo politico.
Ora i nove cittadini appartenenti all’organizzazione sono accusati di favoreggiamento dell’immigrazione clandestina. La base dell’organizzazione era a Terni, ma perquisizioni sono state eseguite anche a Como e a Trieste: almeno 30, invece, gli immigrati che sono riusciti ad entrare in Italia grazie all’attività di questa organizzazione.

Commenta Stampa
di Antonio Formisano
Riproduzione riservata ©

Correlati

21/02/2012, 09:02

Sarro su assoluzione Magliocca