Cronaca / Nera

Commenta Stampa

La priorità è garantire una casa agli sfollati

Terremoto, a L’Aquila la prima new town, domani le verifiche


Terremoto, a L’Aquila la prima new town, domani le verifiche
08/04/2009, 19:04

Il Governo ha annunciato che 16 milioni di euro saranno destinati alla ricostruzione della Casa dello Studente, crollata in seguito alle scosse di terremoto che hanno devastato L’Aquila. La situazione è drammatica. Il premier Silvio Berlusconi ha reso noto che ad oggi vi sono 28mila persone rimaste senza casa. Una soluzione tampone potrebbe essere quella di raggiungere gli alberghi della costa, presso i quali sono a disposizione 17mila alloggi, 10mila dei quali già attivati.

Da domani, intanto, partiranno le verifiche tecniche sul patrimonio pubblico e abitativo nelle zone de L’Aquila e provincia. “Massima priorità, - ha spiegato Berlusconi, - sarà data ai certificati di abitabilità per riportare la gente nelle case agibili e, di seguito, agli edifici di pubblica utilità come le scuole”.

Proprio il capoluogo abruzzese potrebbe essere il luogo dove sorgerà la prima delle ‘new town’ che il governo ha in mente di promuovere per dare certezza abitativa a tutti, soprattutto ai giovani. “Non si tratta di una alternativa, - ha chiarito il Cavaliere, - ma di fare case in più, a costi più contenuti e con servizi più avanzati, per rendere più belle le città”. Per raggiungere tale obiettivo, però, sarà necessario lo sforzo comune dei costruttori e degli imprenditori in genere, dello Stato e degli Enti locali, fino ad arrivare al contributo delle banche, “che devono garantire mutui più bassi degli attuali canoni di locazione”.

Commenta Stampa
di Nico Falco
Riproduzione riservata ©