Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Napolitano: "Esame di coscienza". Cav: "Ricostruzione lunga"

Terremoto in Abruzzo, 281 le vittime


Terremoto in Abruzzo, 281 le vittime
09/04/2009, 16:04


Il bilancio è cresciuto: 281 vittime in Abruzzo per il terremoto. Dieci persone risultano ancora disperse, e questo senza contare eventuali immigrati non registrati. Nella notte i corpi di altri quattro giovani sono stati estratti dalle macerie della Casa dello studente. Corpi purtroppo.
Anche la palazzina di cinque piani sotto Villa Gioia, dove martedì era stata estratta viva Eleonora dopo 42 ore di incubo, ieri ha restituito il cadavere della sua amica Enza. Ma in quella palazzina i cani continuano a fiutare. Le ricerche continueranno fino a Pasqua come annunciato ieri dal ministro Roberto Maroni.


NAPOLITANO IN ABRUZZO
“Deve esserci un esame di coscienza senza discriminanti né coloriture politiche, riguardo a chi ha avuto responsabilità. Nessuno in questi casi dovrebbe chiudere gli occhi”.

E’ un passaggio del presidente della Repubblica Giorgio Napolitano a L’Aquila.

"Bisogna vedere - ha aggiunto il Capo dello Stato - come sia potuto accadere che non siano state attivate indispensabili norme, che erano state tradotte in legge e chiedersi anche come non siano scattati i necessari controlli. Nessuno in questi casi nessuno dovrebbe chiudere gli occhi. Né chi vende, né chi acquista un immobile. Ma al di là delle responsabilità, bisogna decidere - ha sottolineato il presidente della Repubblica - cosa è possibile fare, affinché tutto ciò non accada mai più. E questo si può fare non con profezie o impossibili previsioni dei terremoti, ma rendendo sicuri gli edifici, anche quelli più antichi”.


BERLUSCONI A PALAZZO CHIGI

“I tempi di ricostruzione non sono calcolabili in mesi”. Lo ha detto il premier Silvio Berlusconi in conferenza stampa a Palazzo Chigi. “Nei prossimi giorni – ha continuato Berlusconi - i ministri andranno in Abruzzo per missioni concrete e non per fare passerella”.

Per quanto riguarda i fondi è stata approvata una variazione di bilancio per mettere a disposizione della protezione civile altri 70 milioni , “che portano gli stanziamenti complessivi a 100 milioni di euro”.


TREMONTI: "RINVIARE RATE MUTUI"
"Rinviare effettivamente le rate dei mutui e azzerare o ridurre i costi connessi alle operazioni bancarie". E' quanto chiesto invece dal Ministro dell'Economia Giulio Tremonti, in una lettera all'Abi. Tremonti auspica di considerare, per le zone colpite dal terremoto dell'Aquila, queste due ipotesi di intervento.
 

 

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©
LE ALTRE FOTO.