Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Circa 50 scosse hanno terrorizzato gli abitanti della zona

Terremoto in Lunigiana, mille brandine per la notte

Alcuni crolli e una persona rimasta ferita


Terremoto in Lunigiana, mille brandine per la notte
21/06/2013, 16:35

Aggiornamento ore 19.31 - La protezione civile della Toscana ha predisposto l'invio di un migliaio di brandine per accogliere coloro che passeranno la notte fuori di casa e sta preparando anche l'eventuale invio di due cucine da campo. Un campo sara' allestito a Casola anche da volontari delle Pubbliche Assistenze, uno dei comuni piu' colpiti. Chiesto anche l'invio di alcune tende. In Garfagnana pronti ad accogliere persone palazzetto sport e locali campo sportivo.

AGGIORNAMENTO ORE  16:30 - Sono state finora quasi una ventina le scosse che sono state registrate dalla Rete Sismica Nazionale dopo la scossa di magnitudo 5.2 delle 12.33 che ha interessato alcuni Comuni tra le Province di Lucca e Massa, in Lunigiana. Lo riferisce l'Ingv. Di questi l'evento di magnitudo maggiore, 4.0, si è verificato alle ore 14.12 a nord-est dell'epicentro del terremoto delle 12.33. Altri 4 eventi hanno avuto una magnitudo maggiore o uguale a 3.0.

AGGIORNAMENTO ORE  15-30 - Il terremoto è avvenuto alla profondità di 5 chilometri. E' stato quindi molto superficiale e il comune più vicino alla zona dell'epicentro è Minucciano (Lucca). Secondo le prime indicazioni giunte alla sala operativa della protezione civile della provincia di Massa Carrara, si segnalano crolli in Lungiana, a Fivizzano e Casole. Sarebbero rimaste danneggiate alcune abitazioni con la caduta di tetti. Una persona sarebbe rimasta ferita in località Postella. La doppia scossa e' stata prolungata ed e' stata avvertita in Emilia, anche ai piani bassi delle abitazioni, a Firenze e in altre localita' toscane come Carrara, Livorno e in Versilia, a Torino, a Genova. A Reggio Emilia il ministro Josefa Idem aveva appena preso la parola in Sala Tricolore del Municipio, a un convegno sulle pari opportunità, quando l'edificio è stato scosso da forti movimenti sismici ed è stato evacuato. La gente si è riversata nelle strade, ma non sono segnalati danni nel centro cittadino.


MILANO  –  Una scossa di terremoto  molto prolungata  è stata avvertita pochi istanti fa a Milano, Bologna e Firenze. La scossa è   stata avvertita in Emilia e Lombardia, ma anche in Toscana e in Liguria.

Il terremoto è stato avvertito anche a Genova e in modo più forte a La Spezia. La magnitudo sarebbe di 5.2.   

Sono arrivate nei minuti successivi molte telefonate allarmate ai centralini dei Vigili del Fuoco. In alcuni casi le persone sono uscite da uffici e abitazioni.

Commenta Stampa
di Rosario Scavetta
Riproduzione riservata ©