Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

I dubbi del Pd sullo stanziamento promesso dal governo

Terremoto, Pezzopane:"Da Bondi solo numeri roboanti"


Terremoto, Pezzopane:'Da Bondi solo numeri roboanti'
14/09/2010, 21:09

ROMA - "Numeri roboanti solo sulla carta". Matteo Orfini e Stefania Pezzopane non hanno alcun dubbio riguardo le promesse avanzate da Sandro Bondi sulla ricostruzione dell'Aquila.I due esponenti del Pd, rispettivamente rresponsabili della cultura e della ricostruzione dell'Aquila, non si fidano di quei 20 milioni di euro assicurati dal ministro della Cultura per la riedificazione del centro storico della città devastata dal sisma.
"In realta' - hanno difatti osservato Orfini e Pezzopane - gli esponenti del pd- 20 milioni sono del tutto insufficienti e al di sotto delle aspettative di una citta' e di una comunita' che vive il dramma di una ricostruzione che a 17 mesi dal sisma non e' ancora iniziata, ne' e' stata progettata".
E come mai, si sono chiesti retoricamente i due democratici "fondi dal 2011 e non da subito? Come mai, inoltre, solo l'1% dei fondi Arcus e non, come proposto dal Pd, l'intero ammontare dei suoi stanziamenti, vista l'eccezionalita' e la gravita' della situazione aquilana che costituisce una emergenza nazionale?".
In conclusione, lo scettico duo del partito di Pier Luigi Bersani, ha così chiesto "che il governo sottoscriva un patto con la citta' dell'Aquila, che Bondi stesso riconosce essere patrimonio della cultura italiana, basato sulla chiarezza e l'immediatezza dell'impegno finanziario e su uno stanziamento non simbolico, ma effettivamente corrispondente al recupero e alla restituzione della citta' ai suoi cittadini e al Paese". Ciò perchè "restaurare i monumenti e il centro storico e far tornare a vivere le associazioni e le istituzioni culturali della citta' significa dare a l'Aquila la possibilita' di incamminarsi sulla via della rinascita".

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©