Cronaca / Nera

Commenta Stampa

Ma l'Abruzzo ancora trema

Terremoto, tutto pronto per i funerali


Terremoto, tutto pronto per i funerali
09/04/2009, 10:04


Le bare delle vittime del terremoto, ognuna con un'orchidea e il nome su un foglio bianco, sono state sistemate per i funerali. Nella Caserma della Scuola Ispettori della Guardia di Finanza è quasi tutto pronto per la cerimonia solenne che comincerà alle 11 presieduta dal segretario di stato Vaticano Bertone. 

Una nuova, forte scossa di terremoto ha colpito ancora l’Abruzzo alle 21.38 di ieri sera ed è stata distintamente avvertita anche a Roma, soprattutto in centro. E’ stata di magnitudo 4.9 della scala Richter ed è stata sentita in tutto il Lazio e nelle Marche. L’epicentro è stato localizzato nella zona comprendente Campotosto, Capitignano e Barete.

Il sisma ha messo in allarme moltissime persone, che hanno subito intasato i centralini dei vigili del fuoco. In parecchi hanno chiesto l’intervento dei tecnici per verifiche alle strutture e agli appartamenti. Il sindaco Gianni Alemanno ha dichiarato che “da un primo esame della situazione, non risultano danni a cose o a persone a Roma. Invito tutta la popolazione alla calma, - ha continuato Alemanno, - si è trattato del riflesso di una scossa di assestamento che ha avuto come epicentro la zona a nord de L’Aquila”.

La paura, però, non si placa. Molti abitanti di Fiamignano, Borgorose, Borbona e di diversi altri comuni della Valle del Velino hanno infatti deciso di passare la notte all’esterno delle abitazioni, temendo una nuova scossa di terremoto. I sindaci hanno segnalato la situazione alla prefettura di Rieti, chiedendo di poter ottenere delle tende per accogliere le popolazioni all’aperto. Una richiesta che non si è potuta esaudire in quanto, ha reso noto la prefettura, tutte le tende della protezione civile sono state impiegate per le operazioni di soccorso in Abruzzo.

Commenta Stampa
di Vincenzo Rubano
Riproduzione riservata ©