Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Arrestato giovane pesarese, diffondeva materiale jihadista

Terrorismo islamico: ora parla italiano


Terrorismo islamico: ora parla italiano
23/04/2012, 10:04

PESARO - Può accadere che a dichiararsi jihadista sia un cittadino italiano al 100 per cento. E' successo a Pesaro, dove è stato arrestato un operaio italiano di 28 anni in un'operazione antiterrorismo condotta dalla polizia di Cagliari in diverse città. Il giovane è accusato di addestramento ad attività di terrorismo internazionale.
Secondo quanto emerge dalla conclusione delle indagini, il ragazzo diffondeva su internet libri e scritti ispirati alla lotta jihadista.
Perquisizioni vengono eseguite anche a Cagliari, Milano, Palermo, Pesaro, Salerno e Cuneo nei confronti di altri 10 indagati, tutti nella galassia fondamentalista islamica.
L'operazione che ha portato all'arresto del giovane pesarese, che si è convertito all'Islam col nome di Abdul Wahid As Siquili, è iniziata più di due anni fa, monitorando spazi web che ospitano documenti e video che inneggiano al terrorismo jihadista. L'attenzione degli inquirenti si è concentrata in particolare sui (tanti) frequentatori italiani del sito islamista Minbar-Sos, oscurato già nel 2009 e considerato uno dei siti fondamentalisti più importanti in Europa. Tra di essi, un docente di lettere di Cagliari, particolarmente attivo insieme ad altri militanti nella traduzione e diffusione di testi qaedisti e nella creazione di blog che inneggiano al terrorismo.
 

Commenta Stampa
di GB
Riproduzione riservata ©