Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Lunedì prossimo visita della Commissione europea in Campania

Terzigno: continua presidio ma 37 camion scaricano rifiuti


Terzigno: continua presidio ma 37 camion scaricano rifiuti
21/11/2010, 11:11

TERZIGNO - Nonostante a Terzigno continui il presidio dei dimostranti che manifestano contro la discarica, stamane all'alba 37 autocompattatori provenienti da Torre Annunziata hanno sversato la spazzatura a Cava Sari. In un primo momento i manifestanti, che occupavano la sede stradale alla rotonda Panoramica e al Rifugio, non molto lontano dall'imbocco della strada che conduce alla cava, si sono fronteggiati a lungo con le forze dell'ordine presenti in massa sul luogo. Ma, alla fine, i dimostranti hanno liberato la strada: non ci sono stati scontri.
Diversamente sono andate le cose ad Ottaviano, un altro comune del vesuviano, dove alcune persone hanno bloccato in via Vecchia Forno un camion di una ditta privata incaricato della rimozione dei rifiuti per conto del Comune.
Alla vigilia della visita in Campania, lunedì prossimo, di una delegazione della Commissione europea, Napoli rischia il collasso. Si è infatti esaurita la disponibilità delle altre province ad accogliere i rifiuti della città. Intanto la discarica Sari di terzigno è stata riaperta per accogliere i rifiuti dei 18 comuni vesuviani, mentre quella di Chiaiano, al momento, è l'unica discarica disponibile, che assorbe quasi 700 tonnellate di spazzatura al giorno. Claudio Cicatiello, il presidente dell'Asia, la ditta che si occupa della raccolta dei rifiuti a Napoli, teme un'ulteriore complicazione della situazione a partire da stanotte. Anche il sindaco di Napoli Rosa Russo Iervolino, come ha riferito al prefetto Andrea De Martino, teme un peggioramento delle condizioni in cui la città già grava.

Commenta Stampa
di Vanessa Ioannou
Riproduzione riservata ©